Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Kurdistan

Militante ferito delle YPG arrestato dalla polizia turca

Selahattin Dilek, un combattente delle YPG ferito nei combattimenti contro ISIS a Kobanî è stato preso dalla polizia dall’ospedale di Suruç dove era in cura, arrestato e interrogato per 4 giorni, è stato poi trattenuto in arresto con l’accusa di essere “capo del PKK nella regione di Diyarbakır.”
 
La stampa turca ha pubblicato articoli di questo tenore su indicazioni della polizia quando Dilek è stato interrogato per 4 giorni dalla sezione antiterrorismo di Diyarbakır. 
 
Dopo l’interrogatorio Dilek è stato portato negli uffici del procuratore di Diyarbakır senza che venissero completate le cure [per le ferite] e, dopo essere stato interrogato, è stato portato in tribunale.
 
Al tribunale di Dilek ha respinto le accuse contro di lui dicendo che è un componente del PYD e che aveva combattuto per 24 giorni contro le bande di ISIS a Kobanî.
 
Dilek ha detto di non ricordare esattamente quando si è unito al PYD e di non conoscere la persona chiamata ‘Sofi’, presunto capo del PKK della regione di Diyarbakır. Dilek ha detto: “Respingo le accuse contro di me. Può essere che somiglio alla persona la cui foto si trova nel fascicolo, ma non sono io. La foto potrebbe essere stata manipolata.”
 
La corte ha deciso di rinviare in custodia il componente del PKK con il nome in codice “Sofi” con l’accusa di “minare l’unità dello stato e l’integrità territoriale” e di aver “fondato o diretto un’organizzazione armata”.
  
La corte ha accusato Dilek di aver dato ordini per attacchi armati all’unità militare che protegge la diga di Kralkizi nel distretto di Dicle di Diyarbakır e la postazione della gendarmeria di Topçular a Hani il 3 luglio 2013 e di aver organizzato attacchi con razzi contro un veicolo della polizia a Dicle l’11 settembre 2012.
 

 

ANHA 18 10 2014
 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Iran

La Repubblica Islamica dell’Iran ha giustiziato un altro partecipante alle proteste nazionali scatenate dalla morte di Jîna Mahsa Amini. L’Iran ha impiccato finora otto...

Diritti umani

I corpi dei membri di YJA-Star Leyla Gülcü, Şekirnaz Kaplan ed Emine Kaplan, che hanno perso la vita nel bombardamento nella zona rurale del...

Donne

La politica arrestata Ayla Akat Ata, nel suo messaggio del 25 novembre, ha dichiarato: “Abbiamo qualcosa da dire, sappiamo che possiamo cambiare, ci riusciremo...

Turchia

La polizia ha attaccato la manifestazione del 25 novembre a Şirnex e ha arrestato i giornalisti Zeynep Durgut, Ömer Akın e Rozerin Gültekin e...