Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Retekurdistan.it | 19 gennaio 2020

Seleziona una pagina:
Scroll to top

Top

Siria

Negoziati in stallo

Nessun progresso politico nei colloqui tra il Rojava e Damasco. La Turchia continua gli attacchi Leggi tutto

“Erdogan è il portavoce della Fratellanza Musulmana”

Il comandante generale delle FDS Mazlum Abdi Kobanê chiede un ruolo attivo e caratterizzante dell’Egitto per la soluzione del conflitto in Siria Leggi tutto

Aerei da combattimento su Ain Issa

In parallelo agli attacchi di artiglieria su zone abitate presso Ain Issa, le forze dell’aviazione turca attualmente continuano manovre di entità non consueta nello spazio aereo siriano. Leggi tutto

Respinti gli attacchi di occupazione contro Ain Issa

Le Forze Democratiche della Siria a Ain Issa hanno respinto gli attacchi delle truppe di occupazione sulla base della legittima autodifesa. Negli scontri sono stati uccisi sette jihadisti. Leggi tutto

Bedran Çiya Kurd: La Russia voleva che capitolassimo

Politicamente il 2019 è stato un anno molto movimentato per la Siria del nord. Leggi tutto

La Turchia cerca di consegnare la regione di confine alla Fratellanza Musulmana

La Turchia e il regime di Assad si sono incontrati rispetto alla situazione a Idlib. La Turchia cerca di sfruttare l’ostilità del regime nei confronti dei curdi e mira alla costituzione di un controllo da parte Leggi tutto

Truppe di invasione attaccano villaggi nei pressi di Ain Issa

Le truppe di occupazione hanno sparato con granate di artiglieria contro villaggi nei pressi di Ain Issa. L’attacco delle truppe di invasione turche e die loro jihadisti dell’ENS ha preso di mira i villaggi Leggi tutto

Milizie ENS a Idlib combatteranno contro il regime

La Turchia ha fatto un accordo secondo il quale milizie dell’ENS dovranno combattere al fianco della propaggine di Al-Qaida HTS contro il regime siriano a Idlib. Leggi tutto

L’ordine per l’attentato di Qamişlo arrivava dalla Turchia

Terroristi di IS in carcere in Siria del nord hanno dichiarato di aver ricevuto dalla Turchia gli ordini per l’attentato dinamitardo a Qamişlo nel quale sono rimasti uccisi cinque civili e altri 41 sono rimasti Leggi tutto

Accetto
Navigando in questo sito accetti l'uso di Cookies e altri sistemi funzionali al funzionamento del sito web.Puoi negare il consenso tramite le impostazioni del tuo browser -Maggiori info