Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Siria

Rojava information center: Gli attacchi aerei turchi hanno colpito 18 località civili il giorno di Natale

Il Rojava Information Center (RIC) ha compilato un rapporto dettagliato sulle 18 località colpite dallo Stato turco il giorno di Natale nella Siria settentrionale e orientale. I luoghi attaccati dalla Turchia comprendono fabbriche che producono materiali da costruzione, prodotti agricoli e alimentari, silos di grano, un mulino, siti industriali, un centro di dialisi, una tipografia e una stazione di servizio. Secondo il RIC ci sono stati in totale 32 attacchi.

Questi attacchi sono avvenuti a meno di 3 mesi dopo che una campagna di attacchi aerei turchi durata 5 giorni aveva distrutto le infrastrutture elettriche della Siria settentrionale e orientale, tagliando elettricità e acqua per oltre 1 milione di persone.

Gli attacchi della Turchia hanno ucciso 8 civili e ne hanno feriti 11 – il bilancio delle vittime potrebbe aumentare poiché alcune persone rimangono gravemente ferite, lo afferma il RIC nel suo rapporto.

Gli attacchi aerei turchi hanno ucciso un totale di 8 civili – Berivan Mihemed, Riyad Hemo, Fares al-Fares, Ferhan Teme, Hussein Ehmed, Renas Hussein, Ferhan Khelef e Aya al-Sabawi – e ne hanno feriti 11, aggiungendosi a 1 ferito il 23 dicembre.

L’Esercito nazionale siriano (SNA), sostenuto dalla Turchia, ha aumentato i bombardamenti lungo le linee di contatto che separano l’amministrazione democratica autonoma delle aree governate dal nord e dall’est della Siria dalle aree occupate dalla Turchia del NES, colpendo i villaggi intorno a Shehba e Manbij.

Il contesto

La campagna di attacchi aerei della Turchia contro la Siria settentrionale e orientale è in corso dall’invasione del 2019, uccidendo fino ad oggi centinaia di civili.

Il Rojava information center ha fornito il seguente bilancio sugli attacchi compiuti il giorno di Natale.

All’inizio di ottobre, la Turchia ha intrapreso un attacco aereo di 5 giorni, colpendo sistematicamente gli impianti di elettricità, gas e petrolio nel nord est della Siria, causando ingenti danni infrastrutturali ed economici e peggiorando la già fragile situazione umanitaria nel NES, come riportato dal RIC.

-Il 23 dicembre, nelle montagne della regione del Kurdistan iracheno (KRI), il militante Partito dei lavoratori del Kurdistan (PKK) ha condotto operazioni contro le posizioni delle forze armate turche (TAF), uccidendo almeno 12 soldati turchi.

Il presidente turco Erdogan ha definito gli attacchi “terroristici” e ha giurato vendetta; nella notte del 23, le TAF hanno colpito siti infrastrutturali di petrolio e gas nel NES, tagliando l’energia elettrica alle sottostazioni elettriche che servono metà del cantone di Jazira e ferendo un civile; il Ministero della Difesa turco ha annunciato che questi attacchi aerei erano “contro obiettivi terroristici” ai fini della “sicurezza delle frontiere”.

-Due giorni dopo, il giorno di Natale, la Turchia ha effettuato un’intensa serie di attacchi aerei dalle 10:00 alle 21:00 ora locale, concentrati principalmente sulla città di Qamishlo ma includendo anche le città di Amude, Kobane e Tirbespi, prendendo di mira sistematicamente i luoghi più essenziali. infrastrutture civili, questa volta colpendo fabbriche che producono materiali da costruzione, prodotti agricoli e alimentari, oltre a silos per il grano, un mulino, siti industriali, un centro di dialisi e un distributore di benzina.

-I leader politici e militari della Siria settentrionale e orientale sottolineano da tempo che le istituzioni politiche e militari del NES sono separate dal PKK – contrariamente a quanto affermato dalla Turchia – e ora accusano la Turchia di “esportare le sue crisi interne” e di condurre attacchi aerei per creare deliberatamente instabilità. e prendere di mira l’Amministrazione Autonoma Democratica.”

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Siria

Definendo gli attacchi sempre più continui della Turchia come un tentativo di sabotare le elezioni, Salih Muslim ha affermato: “Il nostro popolo andrà alle...

Siria

È stato affermato che 2 milioni di persone sono rimaste senza elettricità nella Siria settentrionale e orientale a causa degli attacchi della Turchia alle...

Siria

Invitando alla mobilitazione contro lo Stato turco occupante, Foza Yûsif, membro del Consiglio di co-presidenza del PYD, ha dichiarato: “Dichiariamo la resistenza totale”. Da...

Siria

A causa degli attacchi della Turchia, le infrastrutture della Siria settentrionale e orientale hanno subito danni per 1 miliardo di dollari. Ingenti danni si...