Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Retekurdistan.it | 14 novembre 2019

Seleziona una pagina:
Scroll to top

Top

Truppe della coalizione ritirate dalla base presso Kobanê

Le truppe della coalizione internazionale si sono ritirate dalla base militare di Sirîn a sud di Kobanê. Leggi tutto

Bombardati villaggi presso Til Temir

Da giorni i villaggi nei dintorni della città di Til Temir in Siria del nord vengono bombardato dall’esercito turco e dell’ENS e colpiti con armi pesanti. Leggi tutto

La gente di Girê Spî rivuole la sua vecchia vita

Migliaia di persone sono state costrette a fuggire da Girê Spî per gli attacchi del regime AKP contro il Rojava. Leggi tutto

Regime AKP nomina altri due amministratori forzati

Il Ministero degli Interni della Turchia ha ordinato la destituzione die co-sindaci HDP di Bajarê Nû a Amed, Hezex, Hezro e Pêr e li ha sostituiti con funzionari del regime. Leggi tutto

Êlih: Dieci donne arrestate mentre protestavano contro i femminicidi

Nella città di Êlih in Kurdistan del nord, almeno dieci donne sono state arrestate mentre manifestavano contro i femminicidi. Leggi tutto

CSOA Macchia Rossa Magliana‎ a fianco del popolo kurdo

Sabato 16 novembre 2019 CSOA Macchia Rossa aderisce alla campagna “Una zuppa per il Rojava” Leggi tutto

Kobanê: Pattuglia turco-russa apre il fuoco – AGGIORNAMENTO

Una pattuglia turco-russa ha aperto il fuoco contro la popolazione che protestava in Siria del nord. Leggi tutto

Famiglie di mercenari insediate in case a Tel-Abyed

Le forze di occupazione turche e i loro mercenari si stanno insediando in case di curdi a Girê Spî/ Tel-Abyed, e stanno bloccando le strade per impedire ai residenti di raggiungere le proprie case. Leggi tutto

Qamişlo: Giornalista e attivista uccisi nell‘esplosione

L’identità di alcune delle persone uccise nell’attacco di Qamişlo è stata individuata. Leggi tutto

Turchia responsabile per l’assassinio di cristiani

L’Amministrazione Autonoma della Siria del Nord e dell’Est attribuisce alla Turchia la responsabilità per l’attentato di Qamişlo e per l’assassinio del sacerdote armeno cattolico Hovsep Petoyan e di suo padre Abraham Petoyan. Leggi tutto