Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Retekurdistan.it | 19 giugno 2018

Seleziona una pagina:
Scroll to top

Top

Nessun commento

La giornalista Zehra Doğan condannata a 2 anni, 9 mesi e 22 giorni di carcere

La giornalista Zehra Doğan condannata a 2 anni, 9 mesi e 22 giorni di carcere

3 marzo 2017


MARDİN – La giornalista Zera Doğan, che era stata rilasciata dal carcere chiuso di tipo E di Mardin il 9 dicembre 2016, è stata condannata a 2 anni e 9 mesi di carcere per aver condiviso le sue immagini disegnate a Nusaybin e di aver reso notizia gli appunti di Elif Akboğa di 10 anni.

Zehra Doğan, che era stata posta in detenzione il 23 luglio a Mardin e incarcerata con un processo pendente per “essere membro di una organizzazione illegale” e di “aver svolto propaganda per organizzazione illegale” sulla base di testimonianza di testimoni la cui identità è stata mantenuta riservata, era stata rilasciata dal carcere il 9 dicembre 2016 da parte del giudice in ettesa di processo. Il processo a Zerha si è svolto oggi al tribunale penale di Mardin. Il processo è iniziato con l’identificazione.

Poi il difensore di Zehra ha affermato:” Non ci sono commenti nelle mie condivisioni sui social media. Ci sono solo condivisioni basate sulle notizie. Ho cercato di trovare le foto che avevo condiviso sui social media; tuttavia non ho potuto fare il login.  Ho postato le condivisioni, ma non ho prodotto gli oggetti condivisi. Li ho condivisi a scopo di notizie. Chiedo il proscioglimento.

Non ci sono condivisioni per la quale è stata condannata

L’avvocato di Zehra Kamuran Tanhan ha iniziato a parlare e ha affermato:” Non siamo d’accordo con la parte della sentenza. La procura chiede la condanna per condivisioni non comprese nell’atto di accusa.Ancora una volta, non c’è alcun elemento di propaganda. Le condivisioni devono essere valutate nell’ambito di applicazione della libertà di espressione. Chiedo che la mia assistita venga  assolta. “

I suoi disegni sono stati condivisi senza alcun commento

L’avvocato di Zerha Aslı Pasinli  ha affermato :”La mia cliente è una giornalista e laureata in belle arti.I suoi disegni sono stati condivisi senza commenti. Chiedo che la mia assistita venga prosciolta.”

Lei era a Nusaybin come giornalista

L’avvocato Şiraz Baran ha dichiarato che Zehra è stata a Nusaybin come giornalista e ha proseguito:”Dipingere una città demolita non significa fare propaganda per un’organizzazione. E ‘certo che ila nostra assistita non è un membro di un’organizzazione “.

Zehra condannata a 2 anni e 9 mesi 22 giorni di carcere!

Mentre Zehra è stata prosciolta dall’accusa di “essere membro di organizzazione”, è stata condannata a 2 anni , 9 mesi e 22 giorni di carcere per aver condiviso i suoi disegni fatti a Nusaybin tra il 21 dicembre 2015 ed il 9 dicembre 2016 e di aver reso notizia gli appunti di Elif Akboğa il 22 dicembre 2015.


Inserisci un commento