Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Turchia

Segnali di Erdogan per una nuova invasione nella Siria settentrionale

Il presidente turco Erdogan ha parlato di una una nuova data per una nuova operazione di invasione prendendo di mira i curdi del Rojava. Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan è intervenuto nell’incontro dell’Industria della difesa turca che si è tenuto nel Centro culturale e Congresso nazionale di Bestepe e ha dichiarato: ” Abbiamo detto che lanceremo un operazione militare per liberare in alcuni giorni la zona est dell’Eufrate dall’organizzazione separatista, e ribadiamo questa dichiarazione.”

 Denaro per la guerra e per le armi , non per la gente
 
Erdogan ha anche aggiunto che la spesa per gli armamenti aumenterà. In un momento di profonda crisi finanziaria e di aumento della povertà e della disoccupazione, Erdogan afferma: “”Stiamo dando seguito a 650 opere che arrivano a un totale di 60 miliardi di dollari in costi di progetto nel settore della difesa. Noi rafforzeremo ulteriormente l’elicottero ATAK.”
Carri armati e Ucav
 
Il presidente turco ha aggiunto che UAV ( aerei senza pilota ndr) e UCAV ( aerei da guerra senza pilota) saranno rafforzati e che svilupperanno ulteriormente il carro armato Altay.
 
La manifattura nazionale è tedesca
 
Nella prima tornata saranno prodotti 250 carri armati. Tutti i motori e le attrezzature da guerra nei carri armati sono prodotti in Germania, ed il progetto è retto dal miliardario filo Erdogan malesiano Albukhary e dall’Emirato del Qatar.
Crimini di guerra
Lo Stato turco ha agito insieme ad ISIS, Al- Qaeda e ad altri gruppi sin dall’inizio della guerra siriana, e da allora ha costituito e formato i propri gruppi. Lo stato turco ha invaso Afrin a marzo, e ha commesso sistematici crimini di geurra, prevalentemente omicidi, esecuzioni e sequestri, torture , stupri, furti, saccheggi, esilio forzato e assimilazione.
ANF
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

L’Associazione per i diritti umani ha affermato che nei primi sei mesi del 2024 si sono verificate 3.900 violazioni dei diritti nel Kurdistan settentrionale....

Turchia

Ad Amed (Diyarbakir) i sostenitori di Hüda Par stanno diventando sempre più violenti. Il partito islamista, che l’anno scorso è entrato nel parlamento turco...

Diritti umani

ŞIRNEX – Molti edifici storici saranno allagati se verrà completata la costruzione della “diga Cizre” sul fiume Tigri. Il progetto della “Diga di Cizre”...

Libertà per Öcalan

In una conferenza stampa tenutasi presso la sede del partito ad Ankara, la portavoce Ayşegül Doğan ha sottolineato le violazioni dei diritti umani nella...