Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Kurdistan

La Germania vieta proteste dei curdi contro la guerra

“Il governo federale sembra essere infastidito dal fatto che attiriamo l’opinione pubblica sulla fratellanza d’armi turco-tedesca. Per questo vogliono metterci a tacere,” ha detto il NAV-DEM. Il Centro Democratico della Società Curda in Germania (NAV-DEM) aveva convocato una manifestazione a Colonia contro gli attacchi di invasione contro il cantone di Afrin nel nord della Siria. La polizia di Colonia ha vietato la manifestazione perché il NAV-DEM sarebbe una sotto-organizzazione del PKK.

In un comunicato stampa del 14 febbraio il NAV-DEM ha affermato quanto segue:

“Proteste e manifestazioni sono in corso in Germania fin dall’inizio dell’operazione di invasione contro Afrin. Queste proteste non solo condannano la guerra dell’esercito turco e dei suoi jihadisti contro la popolazione di Afrin, ma anche il sostegno della Germania alla Turchia. L’uso di carri armati tedeschi a Afrin è ben noto. Il governo federale sembra essere infastidito dal fatto che stiamo attirando l’attenzione dell’opinione pubblica sulla fratellanza d’armi turco-tedesca. Per questo ci si vuole silenziare.

Il fatto che il divieto arrivi poco prima dell’incontro tra il Primo Ministro turco Binali Yildirim con la Cancelliera Angela Merkel non è una coincidenza. ‘Regali’ di questo tipo da parte del governo federale per Ankara sono diventati una tradizione.

Non ci piegheremo a questa politica antidemocratica di repressione e adiremo le vie legali per contrastarla “.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Diritti umani

I resti di 139 persone che si ritiene siano state massacrate dall’Isis sono stati ritrovati in una fossa comune a Tal Afar, a ovest...

Siria

Trentatré partiti e organizzazioni politiche si sono espressi contro gli ultimi tentativi di riavvicinamento dello Stato turco e del governo di Damasco, affermando che...

Rassegna Stampa

MEDIO ORIENTE. Un caso di violenza sessuale scatena attacchi che si estendono a molte città. Negozi, case e auto distrutte, violenze: 3 milioni di profughi...

Siria

Definendo gli attacchi sempre più continui della Turchia come un tentativo di sabotare le elezioni, Salih Muslim ha affermato: “Il nostro popolo andrà alle...