Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Comunicati

Dichiarazione delle FSD sulla vittoria di Raqqa e il futuro della città

Il comando delle FSD ha detto che la vittoria storica a Raqqa è un regalo per l’umanità, ma in particolare alle famiglie dei martiri che hanno sofferto immensamente del terrore in Siria.Il comando delle Forze Siriane Democratiche (FSD) ha tenuto una conferenza stampa e ha annunciato ufficialmente la completa liberazione di Raqqa dalle bande di ISIS. In occasione dell’annuncio erano presenti il co-presidente dell’Assemblea Costituente della Federazione Democratica Siria del Nord Mansur Selûm, il co-presidente del Consiglio Esecutivo della Federazione Democratica Siria del Nord Foza Yusuf, la co-presidente del Consiglio Democratico Siriano İlham Ehmed, rappresentanti del Consiglio Civile di Raqqa, del Consiglio Civile di Manbij e varie istituzioni e organizzazioni della Siria del nord e molti giornalisti.

Il portavoce delle FSD colonnello Talal Silo ha letto la dichiarazione a nome delle Forze Siriane Democratiche.

Il testo completo è il seguente:

“A nome del comando generale delle FSD, dal cuore di Raqqa e con i nostri cuori pieni di orgoglio oggi annunciamo la vittoria della liberazione della città della Siria Raqqa dalle bande terroristiche di ISIS da parte delle nostre forze nella grande guerra.

Vittoria dedicata ai martiri

Regaliamo questa storica vittoria all’umanità, ma in particolare alle famiglie dei martiri che hanno sofferto immensamente del terrore in Siria.

Ci inchiniamo con rispetto per lo spirito dei nostri eroici martiri che hanno coraggiosamente combattuto nel loro ruolo vittorioso nella liberazione della città. Salutiamo anche i nostri eroici combattenti che sono stati feriti in questa lotta e gli offriamo la nostra gratitudine. Auguriamo loro una pronta guarigione. Speriamo che riprendano il loro posto il prima possibile. Coloro che hanno reso possibile questa sacra vittoria sono i martiri dell’operazione per liberare Raqqa. In queste terre, 655 giovani, curdi siriani, arabi, turkmeni, siriaici e statunitensi, britannici e altri combattenti internazionalisti, hanno mescolato il loro sangue. Durante il processo di liberazione, 450 mila civili di Raqqa sono stati allontanati dalla città con successo e spostati in altre aree.

Offriamo la nostra gratitudine a tutte le forze e gruppi sotto le FSD e che hanno sostenuto le FSD, le Unità delle Donne di Shengal YJŞ, le Unità della Resistenza di Shengal YBŞ, Asayish e Forze di Autodifesa, Forze di Difesa Popolari, HPC e brigate internazionaliste. Ringraziamo anche le Forze della Coalizione Internazionale e altri gruppi del consiglio militare che hanno offerto sostegno da terra.

Salutiamo anche tutti i giornalisti che hanno lavorato per compiere il loro dovere per l’umanità e annunciare la verità al pubblico mondiale.

L’amministrazione verrà passata al Consiglio Civile

Abbiamo un’opinione molto alta del sostegno offerto alle nostre forze dal Consiglio Civile di Raqqa, dagli opinionisti della regione e dagli sceicchi. La nostra conquista è una vittoria contro vili terroristi. La liberazione di Raqqa è stata la fase finale della guerra epica contro il terrorismo di ISIS. Questa epica è iniziata con la resistenza di Kobanê. Questo spirito di resistenza è lo stesso spirito mostrato dai combattenti nelle aree di resistenza di Kobanê per 134 giorni. In quella resistenza i combattenti sono riusciti a sconfiggere la più vile organizzazione terroristica del mondo. La seconda sconfitta dei terroristi è avvenuta con Raqqa, e anche questa è durata 134 giorni. Con questo, la più grande organizzazione che minaccia e mette in pericolo l’intera umanità è stata distrutta.

Come comando delle FSD, dichiariamo che passeremo l’amministrazione di Raqqa al Consiglio Civile di Raqqa. Passeremo la sicurezza alle forze di sicurezza locali di Raqqa per garantire la sicurezza dei civili nella città. Promettiamo di difendere lo stato e i suoi confini contro ogni minaccia. I popoli dello stato di Raqqa verranno protetti sulla base della Siria Democratica decentrata in modo che possano costruire il loro futuro. In questo modo la popolazione della città si governerà da sé.

I popoli cotruiranno insieme Raqqa

Con questa dichiarazione annunciamo che Raqqa è stata completamente liberata. Proprio ora abbiamo un altro compito che ci aspetta e che è quello del rientro e della conquista della pace e della sicurezza nella città. Questo può essere raggiunto attraverso la solidarietà e la beneficenza. Su questa base chiediamo a tutti i cittadini, ai curdi, arabi, turkmeni, siriaci a tutti gli altri a Raqqa di partecipare attivamente agli sforzi per la ricostruzione e di costruire l’amministrazione dove tutti possano essere rappresentati per sviluppare questa ricca città.

I martiri non muoiono. Auguriamo una pronta ripresa a tutti i feriti. La morte e la sconfitta sono dei terroristi e vergogna a tutti coloro che li hanno sostenuti.”

 

ANF

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Siria

Definendo gli attacchi sempre più continui della Turchia come un tentativo di sabotare le elezioni, Salih Muslim ha affermato: “Il nostro popolo andrà alle...

Turchia

Sara Kaya, ex co-sindaco del distretto di Nusaybin a Mardin, è stata rilasciata dal carcere il 9 maggio dopo un lungo periodo di detenzione....

Iran

Le violazioni dei diritti umani contro civili e attivisti curdi nella regione curda dell’Iran sono continuate nel febbraio 2024. Nei suoi rapporti mensili, la...

Diritti umani

MÊRDÎN/İZMİR – 1 persona è stata arrestata durante le perquisiszioni domestiche a Nisêbîn (Nusaybin). A Izmir è stato arrestato Koray Kesik, direttore artistico del documentario...