Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Kurdistan

Da parte del KDP nulla è cambiato: porte verso il Rojava ancora chiuse

Le forze di sicurezza del KDP (Asayish) impediscono a rappresentanti di partiti politici e delegati del PYD di entrare in Rojava per partecipare al congresso del PYD.-Il 7° Congresso Ordinario del Partito dell’Unione Democratica (PYD) è iniziato nel Centro di Arte e Cultura Aram Tigran a Rimelan con il motto “Dal Rojava Libero verso una Federazione Democratica della Siria”.

Ai delegati del PYD dal Kurdistan del sud e diversi ospiti da Europa, Russia e altre parti del Kurdistan al valico di confine di Sêmelka non è stato permesso di entrare in Rojava per partecipare al congresso del PYD.

I funzionari al confine avrebbero detto a delegati e ospiti del PYD: “Siete individui politici, non possiamo permettervi il passaggio” nonostante gli invitati abbiano mostrato le loro carte d’identità e i loro passaporti.

Quando Turchia e Iran hanno minacciato di chiudere i loro confini con il Kurdistan del sud per via del referendum sull’indipendenza del 25 settembre, l’amministrazione del Rojava ha annunciato che le sue porte saranno sempre aperte per il Kurdistan del sud.

Il Co-Presidente del PYD Saleh Moslem ha anche dichiarato che avrebbero difeso il popolo del Kurdistan del sud in caso di un attacco.

 

ANF

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Diritti umani

I resti di 139 persone che si ritiene siano state massacrate dall’Isis sono stati ritrovati in una fossa comune a Tal Afar, a ovest...

Siria

Trentatré partiti e organizzazioni politiche si sono espressi contro gli ultimi tentativi di riavvicinamento dello Stato turco e del governo di Damasco, affermando che...

Rassegna Stampa

MEDIO ORIENTE. Un caso di violenza sessuale scatena attacchi che si estendono a molte città. Negozi, case e auto distrutte, violenze: 3 milioni di profughi...

Siria

Definendo gli attacchi sempre più continui della Turchia come un tentativo di sabotare le elezioni, Salih Muslim ha affermato: “Il nostro popolo andrà alle...