Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Kurdistan

Delegazione del Parlamento europeo: Un’atmosfera straordinaria domina la regione curda

Oltre agli elettori anche delegazioni di osservatori internazionali sono stati oggetto della repressione e degli attacchi della polizia nella regione curda.Mentre una delegazione del parlamento europeo ha incontrato squadre per operazioni speciali con i volti coperti da maschere nel distretto centrale di Sur a Amed, una delegazione europea a Yenişehir e un interprete sono stati arrestati dalla polizia nel distretto di Dicle. L’autista che accompagnava un’altra delegazione è stato malmenato da componenti dell’AKP.

Scioccata dalla situazione nella regione curda, la delegazione del parlamento europeo ha detto; “Non abbiamo mai visto un’atmosfera del genere in alcun altro posto al mondo. La scena è incredibile.”

Nel distretto di Sur a Amed, la gente ha iniziato a recarsi nelle scuole per votare già dalle prime ore del mattino. La prima cosa che hanno incontrato nelle scuole sono state squadre per le operazioni speciali con i volti coperti da maschere.

Parlando della situazione il candidato dell’HDP di Amed Feleknas Uca ha detto che il dispiegamento di squadre per le operazioni speciali non è stato deciso dalla Commissione Elettorale Suprema (YSK) ma dal governatore.

I votanti d’altro canto hanno reagito alla repressione da parte delle forze di sicurezza enfatizzando che non si lasceranno mai intimidire, nemmeno le lo stato dovesse dispiegare tutte le proprie forze nelle scuole.

Squandre per le operazioni speciali hanno preso di mira anche giornalisti ai quali hanno minacciato di “spararvi per sbaglio” se dovessero dare notizia degli incidenti. Squadre di polizia hanno anche cancellato filmati fatti da giornalisti nelle aree di terrore della polizia.

Non esiste cosa del genere in altro posto al mondo

Martina Michels, che fa parte delle delegazione di osservatori del parlamento europeo ha detto che sono rimasti scioccati nel vedere quello che succede e l’assenza di democrazia a Amed.

Notando che la pesante presenza di forze di polizia nelle scuole apre la strada a ogni sorta di provocazione, Michels ha detto; “Gli incidenti che si svolgono qui non hanno nulla a che vedere con qualsiasi tipo di criterio democratico. In nessun altro posto al mondo ho visto un’atmosfera così militarista. La scenda è davvero incredibile.”

Un altro componente della delegazione, Josu Juarıstı Abaunz, ha descritto la presenza della polizia sia dentro che fuori le scuole come inaccettabile, aggiungendo che faranno avere le loro osservazioni al parlamento europeo.

Un’altra delegazione UE che osserva il voto nel villaggio di Arabaş a Sur è stata malmenata dal candidato dell’AKP Şafak Yentürk e dai suoi parenti prima di essere costretta fuori dalla scuola dove la gente votava. Anche l’autista che accompagnava la delegazione è stato picchiato dal candidato dell’AKP e dai suoi seguaci.

La delegazione britannica minacciata

Una delegazione di osservatori britannici nel distretto di Çermik di Amed è stata presa di mira in modo analogo dal candidato dell’AKP Baran Çelik e dalle guardie che lo accompagnavano. Çelik ha minacciato la delegazione nel liceo Çermik Anatolian, dicendo; “Questo è un paese democratico. Cosa volete? Andate di corsa fuori di qui.” Le guardie del candidato dell’AKP hanno cercato di far uscire la delegazione dalla scuola con la forza.

Nel villaggio di Alokoç di Çermik, soldati sono entrati in un seggio con le armi e hanno cercato di intervenire sul voto dell’elettorato.

L’interprete Ramazan Tunç è stato arrestato dalla polizia mentre accompagnava una delegazione dagli USA e dall’Italia nel villaggio di Yokuşlu del distretto di Dicle. Tunç è in arresto nella stazione della gendarmeria distrettuale.

Arrestata delegazione europea

Ad una delegazione di osservatori dal Kurdistan meridionale è stato negato l’accesso a un seggio nel villaggio di Alangör del distretto di Yenişehir perché non avrebbero avuto con sé i passaporti.

In un altro caso tutti e sei i componenti di una delegazione europea sono stati fermati da soldati nel villaggio per aver salutato la popolazione locale.

 

ANF

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Memet Sıddık Akış, co-sindaco eletto del comune di Hakkari, è stato arrestato questa mattina e sostituito dal governatore di Hakkari. Il fascicolo investigativo utilizzato...

Turchia

La deputata del partito DEM Ceylan Akça-Cupolo chiede un’indagine sullo sfollamento forzato della popolazione di Sur avvenuto dopo la distruzione del quartiere storico. Il...

Turchia

Condanne durissime contro l’Hdp. 42 anni a Demirtas, l’unico in grado di ridare forza e unità alla sinistra turca e curda. Prima del verdetto...

Turchia

Gültan Kışanak, Ayla Akat Ata, Meryem Adıbelli, Ayşe Yağcı e Sebahat Tuncel sono di nuovo libere. Ma non si sentono veramente libere. Dopo aver...