Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Diritti umani

Le forze di sicurezza uccidono un giovane a Silvan

Mentre i soldati continuano a terrorizzare la popolazione a Silvan distretto di Diyarbakir,dove è stato dichiarato un coprifuoco a tempo indeterminato,le forze di sicurezza hanno ucciso un giovane quando hanno aperto il fuoco a caso nel distretto.

I soldati e la polizia hanno lanciato un operazione nel distretto dopo l’annuncio di un coprifuoco a tempo indeterminato in vigore dalla scorsa notte fino a diversa comunicazione.Decine di veicoli blindati,e un grande numero di soldati e squadre operative speciali,dislocate nel distretto hanno avviato una vasta operazione nei quartieri di Tekel, Konak, Mescit e Selahattin  controllata dai gruppi di auto difesa che proteggono la zona dagli attacchi.

Nel distretto sono scoppiati pesanti scontri dopo che  la rete telefonica,internet e la rete mobile sono stati tagliati,e attività di elicotteri sono iniziate questa mattina attorno alle 5.45.Dal distretto giungono rapporti di grandi esplosioni,dove le squadre delle forze di sicurezza hanno attaccato la popolazione che questa mattina presto era scesa in strada.

Un giovane assassinato

un giovane di nome Serhat,il cui congome non è ancora disponibile,è stato condotto all’ospedale dell’Università Dicle di Diyarbakir dopo aver subito gravi ferite dopo essere stato colpito in testa da un proiettile.Nonostante tutti i referti medici,il giovane di vent’anni,ha perso la sua vita.

Rapporti affermano che la polizia e i soldati hanno aperto il fuoco su molte abitazioni,che i cecchini sono posizionati sugli edifici alti e gli elicotteri volano sul distretto.

Vietati l’ingresso e l’uscita

Un testimone ocluare raggiunto telefonicamente ha dichiarato che:”Pesanti scontri sono scoppiati attorno alle 6-6.30 di questa mattina e di volta in volta si sentono sparatorie.Un fuoco nero intenso sta salendo dal centro del distretto dove si sono verificate due grosse esplosioni.”

Secondo quanto riferito ,la polizia ha bloccato le strade che conducono al distretto da Diyarbakir e Batma e non è permesso a  nessuno accedere nel distretto.

Nessuna comunicazione a Lice

Le reti internet e la telefonia sono state interrotte allo stesso modo nel distretto di Diyarbakir di Lice,dove un coprifuoco è stato ordinato ieri sera dal governatore.

Le donne sulla via per Silvan

Allo stesso tempo una delegazione dell’Assemblea della libertà delle donne(KÖM)ha lasciato Silvan dove lo stato turco ha lanciato un’operazione in preparazione di un imminente massacro.

Ci si aspetta che la delegazione composta da deputati,giornalisti e difensori dei diritti umani giunga a Silvan nel pomeriggio.

ANF

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Condanne durissime contro l’Hdp. 42 anni a Demirtas, l’unico in grado di ridare forza e unità alla sinistra turca e curda. Prima del verdetto...

Turchia

Gültan Kışanak, Ayla Akat Ata, Meryem Adıbelli, Ayşe Yağcı e Sebahat Tuncel sono di nuovo libere. Ma non si sentono veramente libere. Dopo aver...

Turchia

Sara Kaya, ex co-sindaco del distretto di Nusaybin a Mardin, è stata rilasciata dal carcere il 9 maggio dopo un lungo periodo di detenzione....

Turchia

Un gruppo di 159 accademici, scrittori, parlamentari e avvocati ha chiesto il rilascio delle persone imprigionate nel processo di Kobanê e ha affermato: “Questo...