Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Kurdistan

Il ministro di Kobanê attende una spiegazione dalla Turchia sui sei combattenti delle YPG

Il Ministro degli esteri di Kobanê İbrahim Kurdo ha affermato che si aspettano una spiegazione da parte delle autorità turche circa le dichiarazioni che sei combattenti delle YPG sono stati consegnati dalla Turchia ad Al Nusra.

Kurdo è intervenuto a Diyarbakir dove ha partecipato un workshop organizzato da SAMER su “Medio Oriente,crisi della Turchia ed effetti del nuovo periodo di conflitto in Kurdistan”.

Il comando di Kobanê delle YPG ha annunciato nei giorni scorsi che la Turchia ha consegnato sei combattenti feriti delle Ypg alle bande di Jabbat Al Nusra attraverso il valico di confine di Bab a Idlib,chiedendo una spiegazione immediata da parte delle autorità turche che sono rimaste in silenzio sulla questione.

Il Ministro degli esteri di Kobanê Kurdo ha affermato che non hanno potuto avere informazioni sui combattenti delle Ypg che sono entrati legalmente in Turchia dal passaggio di confine di Mürşit Pınar per ricevere le cure. Kurdo ha dichiarato che si aspettano una spiegazione chuiara se dopo le cure i sei combattenti delle YPG sono stati consegnati dalla Turchia alle bande di Al-Nusra .

I gruppi e le bande sono ospitate in Turchia

Sottolineando che ISIS è un’organizzazione terroristica fondata contro tutta l’umanità e attacca senza differenza le popolazioni, Kurdo ha dichiarato che sono le forze delle YPG / YPJ che hanno condotto una lotta una lotta contro le bande, e hanno protetto i 900 km di confine per oltre 4 anni.

Il Ministro degli esteri ha sottolineato che la Turchia dovrebbe fornire sostegno elle YPG per ripulire l’intera area da questo terrore.

Riferendosi alle affermazioni che la Turchia ha ospitato gruppi di bande all’interno dei suoi confini, Kurdo ha dichiarato che la Turchia dovrebbe resistere contro le forze che forniscono il supporto alle bande all’interno dei suoi confini ,se queste accuse sono vere.

ISIS prende di mira il modello egualitario basato sulla libertà

Commentando le ragioni degli attacchi di ISIS nel Rojava, Kurdo ha dichiarato: “C’è un modello attuato in Rojava assume alla base l’uguaglianza e la libertà del popolo. Questo modello è contro il modello monista basato su una lingua,su una religione e su una razza adottato da ISIS. Questo è il motivo per il quale il Rojava è attaccato per mano di ISIS “.

I cantoni saranno uniti

Commentando anche il fatto se i tre cantoni del Rojava saranno uniti o no, Kurdo ha affermato che i cantoni di Efrin e Kobanê saranno uniti attraverso la liberazione di Jarablus, proprio come i cantoni di Cizîrê e Kobanê sono stati uniti con la liberazione di Gire SPI.

Kurdo ha sottolineato che nessuno dei tre cantoni in Rojava costituisce una minaccia per la Turchia, aggiungendo che non vogliono avere problemi con la Turchia, e potrebbero vivere in pace come vicini.

ANF

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Sara Kaya, ex co-sindaco del distretto di Nusaybin a Mardin, è stata rilasciata dal carcere il 9 maggio dopo un lungo periodo di detenzione....

Iran

Le violazioni dei diritti umani contro civili e attivisti curdi nella regione curda dell’Iran sono continuate nel febbraio 2024. Nei suoi rapporti mensili, la...

Diritti umani

MÊRDÎN/İZMİR – 1 persona è stata arrestata durante le perquisiszioni domestiche a Nisêbîn (Nusaybin). A Izmir è stato arrestato Koray Kesik, direttore artistico del documentario...

Diritti umani

Lo sciopero della fame iniziato dai detenuti nelle carceri che chiedono “la libertà per Abdullah Öcalan e una soluzione politica al problema curdo” prosegue...