Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Diritti umani

Un breve bilancio delle provacazione durante e dopo le elezioni

Lo stato turco e il governo dell’AKP hanno lanciato una nuova ondata di attacchi contro le popolazioni curde in Turchia.Evidentemente il presidente turco Recep Tayyip erdogan ha organizzato gli attacchi comodamente dal suo palazzo presidenziale.

Erdogan e l’AKP hanno dichiarato guerra al popolo curdo

Durante il periodo pre-elettroale(7 Giugno 2015) Erdogan aveva affermato che “nessuna questione curda,nessun tavolo di negoziazione,nessun accordo”demolendo completamente il periodo di pace e compromettendo il periodo elettorale.

Il presidente dell’Akp e attuale presidente della Turchia Ahmet Davutoglu aveva dichiarato che:”Abbiamo incaricato tutte le nostre forze di sicurezza.Ovunque e chiunque oserà portare un’arma di guerra,dovrà avere chiare le conseguenze,e ogni azione che verrà assunta’-con queste parole Davutoglu aveva fatto capire che una nuova ondata di discriminazioni e azioni di guerra sarebbero state assunte dallo stato turco contro nei confronti del movimento curdo e delle popolazioni.

Il 13 giugno il Primo ministro Bulent Arinc aveva ammesso che la guerra contro i curdi era già stata sviluppata.Arinc aveva minacciato il PKK. Aveva espresso che operazioni legali contro l’HDP,insieme a operazioni militari distruttive contro i guerriglieri sarebbero continuate.Arinc aveva dichiarato:”Tempi duri li aspettano”.

Il quotidiano “Turkiye Gazetesi”aveva scritto che la campagna per attaccare i curdi era stata preparata dal governo dell’Akp e che ora era giunta a una fase critica.La decisione di avviare le operazioni era stata assunta nel palazzo di Erdogan,durante l’ultimo incontro del consiglio.

Dopo una valutazione del governo,l’accordo è stato adottato con:”cominciano le operazioni militari puntate sul Pkk.I media filo governativi seguono una strategia congiunta di pubblicazione per sostenere le operazioni militari preparando il terreno di una sicurezza fasulla,e ragionando sulle operazioni militari e politiche del governo.

Il governo turco e l’esercito turco hanno superato il record nell’acquisto di nuove armi e armamenti militari

Il governo turco e l’esercito hanno superato il record nell’acquisto di un allarmante quantità di armamento e veicoli blindati di ultima generazione.Questo dimostra chiaramente che già nel 2014 il governo dell’AKP aveva intenzione di usare queste armi per iniziare una guerra con i curdi e il Pkk.

Un accordo per sviluppare una sostanziale guerra in Kurdistan era stato fatto durante un incontro tra il governo dell’Akp,il Consiglio nazionale della sicurezza turco,e l’Esercito turco nel novembre del 2014.Il governo dell’AKP ha fatto i maggiori acquisti di armi e di armi militari nel corso della storia della repubblica turca.I veicoli acquistati vengono immagazzinati in tutte le città del Kurdistan settentrionale.

L’acquisto di armi del valore di 625 milioni di lire è stato firmato dall’ex ministro delle relazioni interno Efkan Ala.Granate a gas, carri armati pesanti,veicoli blindati e esplosivi sono stati trasferiti in aree curde nei primi quattro mesi dell’anno.Questo dimostra un aumento del 700 per cento rispetto all’anno scorso.

Alcuni documenti pubblicati sui quotidiani mostrano i tempi di consegna di veicoli militari e armi immediatamente prima e dopo le elezioni,379 carri armati sono stati portati in varie città del Kurdistan.138 veicoli sono stati acquistati dalla società Katmerciler per 30,521,000 euro.Veicoli militari BMC, sono stati acquistati per 41,232,000 euro. Inoltre, 60 carri armati antincendio sono stati acquistati per 17,688,000 dollari.

Come strumento per migliorare la loro provocazione, l’Akp non era riuscito a trascinare la guerriglia del PKK nella guerra.

• 23 marzo-6 giugno 2015: tra queste date, alle urne di HDP,veicoli e candidati sono stati minacciati,attaccato e posti duramente sotto pressione.Si è verificato un totale di 176 attacchi,7 dei quali erano attacchi armati,5 hanno incluso l’utilizzo di bombe e 4 hanno incluso contrabbando e sequestri.6 attivisti di HDP hanno perso la vita,516 individui sono rimasti feriti e 33 membri dell’HDP sono stati torturati e discriminati.Durante la campagna elettorale 185 associaci all’HDP sono stati arrestati,di cui 8 incarcerati.Dei 176 diversi attacchi contro HDP,solo 5 persone sono state ritenute responsabili e arrestate.Nel frattempo, diversi massacri si sono verificati a Erzurum e a Amed. L’attentato della manifestazione di HDP a Amed aveva provocato 4 morti e 200 feriti.

• Nonostante i loro sforzi per produrre una provocazione,l’Akp ha fallito nel trascinare le forze della guerriglia nella guerra,e come conseguenza due guerriglieri e un civile sono stati massacrati a Agiri nel Tendurek.Anche questo ha fallito nel provocare una rappresaglia del PKK.

• 5 aprile 2015-Le pressioni e le provocazioni sul leader del movimento curdo Abdullah Ocalan sono aumentate pesantemente,con il diniego di incontrare i suoi legali,la sua famiglia e altri politici.Da questa data rimane in isolamento.

• 5 giugno 2015 -La manifestazione di HDP ad Amed/Diyarbakir è stata colpita da bombe.5 persone hanno perso la loro vita e centinaia sono rimaste gravemente ferite.

• Provocazioni dell’Akp si sono verificate in numerose città nella modalità di attacchi individuali ai membri di HDP.

• Durante le elezioni del 7 giugno l’Akp ha subito una importante perdita di voti,che ha alimentato ulteriormente le provocazioni.L’AKP ha sostenuto Hizbulkontra (un gruppo terroristico fondamentalista islamico) nel tormentare civili innocenti.Senza dubbio,con l’aiuto per mano di ISIS,hanno attaccato Kobane il 25 -27 giugno derivante in un altro sanguinoso massacro,in cui sono stati uccisi più di 233 civili.

• Il 19 luglio ,330 umanitari e lavoratori della Federazione delle associazioni dei giovani socialisti(SGDF) avevano iniziato il loro viaggio per incominciare una campagna di una settimana a Kobane.Durante la conferenza stampa una bomba è esplosa uccidendo 32 giovani e ferendone a decine.

• Negli ultimi tre giorni, forze militari e di polizia turche sono state rimosse dall’Akp da Akçakale, lungo il confine Siria-Turchia,per essere sostituite con ISIS.

• Il 24 luglio alle 10:55 aerei turchi hanno bombardato le zone curde (Xakurke, Qandil, Behdinan, Zap, Gare, Basye, Amedia,e Avasin) dove sono principalmente situati i guerriglieri del PKK e i civili. Questi attacchi e bombardamenti stanno continuando.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

L’Associazione per i Diritti Umani è un’organizzazione volontaria per i diritti umani, indipendente dallo Stato, dal governo e dai partiti politici, che osserva le...

Turchia

L’organizzazione provinciale di Qers (Kars) del Partito Dem ha chiesto al comitato elettorale provinciale di annullare le elezioni in città. Il Partito per l’uguaglianza...

Turchia

WAN – Le proteste sono iniziate in tutta la città dopo che Abdullah Zeydan, che ha vinto le elezioni per la carica di co-sindaco...

Turchia

Affermando che il diritto di essere eletto del co-sindaco della municipalità metropolitana di Van, Abdullah Zeydan, è stato usurpato per ordine del ministro della...