Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Interviste

PKK:Un intervento nel Rojava porterà a una guerra civile in Turchia

L’esponente del Comitato esecutivo del Partito dei lavoratori del Kurdistan (PKK) Murat Karayilan ha dichiarato in un intervista che se viene assunta oggi una decisione durante il Consiglio per la Sicurezza Nazionale questa porterà a una guerra civile in Turchia che si diffonderà in tutto il paese.

Karayilan ha dichiarato”Non è facile per loro adottare questa decisione(l’intervento nel Rojava).Vi sono da prendere in considerazione una congiuntura e un equilibrio nazionale ed internazionale.Lo stato turco non può fare quello che vuole.Questo porterà la Turchia di fronte a maggiori pericoli.

Tuttavia è evidente che Erdogan e l’AKP vedono i curdi come la causa principale della loro sconfitta elettorale.Questo è il motivo del loro ultimo approccio contro i curdi e il leader curdo Abdullah Öcalan.Loro(Erdogan e l’AKP) pensano di avere perso a causa della resistenza di Kobanê.

Se adotteranno una decisione nell’incontro di oggi del Consiglio per la Sicurezza Nazionale per un’intervento nei cantoni del Rojava e porteranno a termine questa triste decisione,non sarà contro il Rojava ma contro tutta la nazione curda.Non ci sono differenze tra Kobanê e Amed (Diyarbakir),un intervento a Kobanê significa un intervento ad Amed.Specialmente ora che negli ultimi 2-3 anni il Rojava e il Kurdistan del Nord sono diventati emotivamente unite.

Se intervengono in Rojava interverremo anche noi e l’intera Turchia si trasformerà in una zona di guerra.Per questa ragione gli ufficiali turchi devono stare attenti e non devono dimenticare la rivolta per  Kobanê del 6-8 ottobre(2014).È così evidente che la nostra gente non permetterà questo tipo di intervento.Se vogliono vivere insieme ai curdi non si devono impegnare in questo tipo di iniziative e porre fine alla inimicizia.Se chiamate i curdi fratelli e sorelle,perchè siete così infastiditi da 2-3 milioni di curdi che ottengono l’auto governo in Rojava.

Invece che sottolineare l’ultimo massacro e condannarlo,state discutendo se assumere un’iniziativa contro le forze (YPG/YPJ) che hanno impedito questo massacro.Questo significa che siete a favore di questo massacro e sostenete ISIS.In breve una decisione di intervenire significherà una decisione strategica per la Turchia e l’inizio di un nuovo periodo per il popolo curdo.Non elemosineremo niente a nessuno.È una loro scelta.Se loro prenderanno questa decisione anche noi abbiamo cose da fare come popolo curdo.

KQ News Desk

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Memet Sıddık Akış, co-sindaco eletto del comune di Hakkari, è stato arrestato questa mattina e sostituito dal governatore di Hakkari. Il fascicolo investigativo utilizzato...

Siria

Definendo gli attacchi sempre più continui della Turchia come un tentativo di sabotare le elezioni, Salih Muslim ha affermato: “Il nostro popolo andrà alle...

Turchia

La deputata del partito DEM Ceylan Akça-Cupolo chiede un’indagine sullo sfollamento forzato della popolazione di Sur avvenuto dopo la distruzione del quartiere storico. Il...

Turchia

Condanne durissime contro l’Hdp. 42 anni a Demirtas, l’unico in grado di ridare forza e unità alla sinistra turca e curda. Prima del verdetto...