Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Kurdistan

Publicata la mappa delle dighe e dei progetti idroelettrici

(DİHA) – L’associazione del Munzur per la protezione della vita naturale ha pubblicato la mappa delle dighe e dei progetti idroelettrici(HES)per dimostrare la portata della distruzione ecologica e culturale effettuata dal governo dell’AKP.

L’associazione del Munzur per la protezione della vita naturale ha utilizzato dati ottenuti dall’Autorità dello stato dell’acqua(DSI) per la compilazione della mappa,secondo la quale il numero totale delle dighe completate e progettate e dei progetti idroelettrici(HES) nel Kurdistan del nord è di 290.Il numero complessivo dei progetti,completati,in costruzione e progettati di 1487.

Acqua:la principale causa di guerre future

L’associazione del Munzur per la protezione della vita naturale ha attirato l’attenzione sul fatto che l’acqua è diventato un problema globale,avvertendo che sarà la causa principale di conflitti futuri.Nel proprio comunicato l’associazione del Munzur per la protezione della vita naturale ha sottolineato la dimensione spaventosa e dei progetti HES della Turchia.

Il comunicato afferma:”Questi progetti sono inquinanti e distruggono risorse d’acqua e minerarie e i residui industriali delle centrali elettriche stanno inquinando l’ambiente e minacciando la salute della popolazione.”Il comunicato sostiene che la peggiore distruzione ha avuto luogo durante il periodo del governo dell’AKP,le cui politiche hanno portato ad alti livelli di inquinamento.

Numero delle dighe e dei progetti HES:1487

L’associazione del Munzur per la protezione della vita naturale ha condiviso le informazioni che ha ricevuto da DSI in risposta alla loro richiesta.Secondo questi dati il numero totale dei progetti,completati,in via di costruzione e progettati è di 1487.”Al 31 Dicembre 2014 il numero di progetti in Turchia da un insieme che sta producendo energia è  di 503.65.
65 di questi progetti vengono gestiti dalla DSI,mentre 438 sono stati costruiti e vengono gestiti dal settore privato.143 progetti sono in via di costruzione,139 dei quali sono intrapresi dal settore privato,mentre ci sono altri 841 e più progetti in fase di progettazione.

L’associazione ha affermato che mentre la maggior parte dei progetti HES nella regione del Mar Nero coinvolgono l’acqua trasportata nelle tubazioni,nel Kurdistan del nord la maggior parte dei progetti consiste in dighe con acqua in laghi.

I principali progetti nella regione del Mar Nero

Provincia,Progetti sotto licenza,Totale dei progetti completati,Costruzioni emesse

Trabzon 35 49 9 93

Artvin 16 58 10 84

Giresun 26 31 11 68

Erzurum 21 35 7 63

Maraş 33 16 5 54

Antalya 19 27 8 54

Adana 22 21 3 46

Rize 14 25 3 42

Il numero dei progetti nel Kurdistan del nord è come segue:

Elazığ 8 6 2 16

Malatya 9 12 6 27

Dersim 5 4 0 9

Bingöl 5 13 4 19

Van 6 21 2 29

Muş 2 5 2 11

Bitlis 2 14 2 18

Hakkari 3 17 0 20

Amed 6 5 0 11

Mardin 1 0 0 1

Siirt 4 5 4 13

Şırnak 1 12 0 13

Batman 2 7 0 9

Erzincan 13 11 5 29

Ağrı 0 3 0 3

Kars 10 10 0 21

Ardahan 2 5 3 10

Iğdır 1 1 1 3

Adıyaman 12 10 3 25

Urfa 2 1 0 3?

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Condanne durissime contro l’Hdp. 42 anni a Demirtas, l’unico in grado di ridare forza e unità alla sinistra turca e curda. Prima del verdetto...

Turchia

Gültan Kışanak, Ayla Akat Ata, Meryem Adıbelli, Ayşe Yağcı e Sebahat Tuncel sono di nuovo libere. Ma non si sentono veramente libere. Dopo aver...

Turchia

Sara Kaya, ex co-sindaco del distretto di Nusaybin a Mardin, è stata rilasciata dal carcere il 9 maggio dopo un lungo periodo di detenzione....

Turchia

Un gruppo di 159 accademici, scrittori, parlamentari e avvocati ha chiesto il rilascio delle persone imprigionate nel processo di Kobanê e ha affermato: “Questo...