Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Diritti umani

Campagna delle donne per la Özgecan bruciata a morte dopo lo stupro

Le donne in Turchia e del Kurdistan del nord hanno sollevato forti reazioni all’omicidio selvaggio di una studentessa universitaria, Özgecan Aslan,che è stata bruciata a morte dopo essere stata violentata ieri a Mersin da tre uomini.

Le donne hanno aperto una campagna su twitter aprendo l’hashtag #ÖzgecanAslan.Anche le donne esponenti politiche dell’HDP,inclusa la co-presidente del partito Figen Yüksekdağ, stanno sostenendo l’iniziativa.

La portata di femminicidio in Turchia è stata ancora una volta rivelata dall’omicidio della Özgecan Aslan,mentre secondo i dati ufficiali gli omicidi delle donne sono aumentati durante il periodo di governo dell’AKP del 1.400%.

Le donne hanno condiviso le foto sui social media reggendo cartelli in proteste per l’uccisione selvaggia della Özgecan.Anche la  co-presidente dell’HDP  Yüksekdağ ha condiviso una foto con un cartello che diceva: “Fermate l’uccisione delle donne, # ÖzgecanAslan”.

Nel frattempo, le organizzazioni femminili si stanno preparando oggi per iniziative di protesta in molte città.Mentre la piattaforma””Fermeremo l’uccisione delle donne”si radunerà di fronte al consolato francese di Istanbul per marciare verso piazza Galatasaray,la piattaforma femminista “Gruppo provvedimenti di emergenza contro l’omicidio delle donne”svolgerà una marcia a partire dalle 19.00.La “Piattaforma delle donne di Adana organizzerà una manifestazione a partire dalle 17.30 da piazza 5 Gennaio al parco İnönü .

twitter

Sabato 14 Febbraio 2015-ANF

1 Comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Condanne durissime contro l’Hdp. 42 anni a Demirtas, l’unico in grado di ridare forza e unità alla sinistra turca e curda. Prima del verdetto...

Turchia

Gültan Kışanak, Ayla Akat Ata, Meryem Adıbelli, Ayşe Yağcı e Sebahat Tuncel sono di nuovo libere. Ma non si sentono veramente libere. Dopo aver...

Turchia

Sara Kaya, ex co-sindaco del distretto di Nusaybin a Mardin, è stata rilasciata dal carcere il 9 maggio dopo un lungo periodo di detenzione....

Turchia

Un gruppo di 159 accademici, scrittori, parlamentari e avvocati ha chiesto il rilascio delle persone imprigionate nel processo di Kobanê e ha affermato: “Questo...