Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Diritti umani

Profughi curdi del Kurdistan del nord perseguitati dal KDP

I profughi provenienti dal Kurdistan del nord che vivono nei campi nei pressi della città di Duhok, nel Kurdistan del sud,sono stati minacciati dalle forze di sicurezza del KDP.Quattro famiglie che hanno perso membri della loro famiglia nella lotta per la libertà in Kurdistan hanno avuto tolti i loro permessi un mese fa,e altre famiglie hanno visto accadere loro la stessa cosa nei giorni scorsi.È stato riferito che il capo della sicurezza del campo Saman Ömer ha minacciato di buttare le persone fuori dal campo.

Migliaia di persone sono state costrette a lasciare il Kurdistan del nord negli anni ’90 a causa della repressione dello stato turco e sono fuggite nel Kurdistan del sud,dove sono state sistemate nei campi di Sêmêlê, Misrukê, Maxmur, Girêgevrê, Heseniyê, Daretû, Mele Abdula, Herîrî Maqiplê.

Adesso loro sono soggetti alle persecuzioni delle forze di sicurezza del KDP(asayish).

Le famiglie che hanno perso i propri cari sono prese di mira

Le Asayish del KDP stanno minacciando di portare via i permessi di soggiorno alle famiglie che hanno perso i membri nella lotta,in particolare,dice un residente,nel campo di Sêmêlê.

Gli studenti sono stati costretti a insultare il PKK e Öcalan

I ragazzini nelle scuole istituite nei campi dal governo regionale del Kurdistan sono posti sotto pressione da parte degli insegnanti a insultare il leader del popolo curdo Abdullah Öcalan.

Le persone che celebrano la vittoria a Kobane sono state attaccate.

I residenti del campo di Sêmêlê che hanno festeggiato la vittoria di Kobane il 17 Gennaio sono stati attaccati dalle forze di sicurezza del KDP.

Le famiglie che hanno avuto i loro permessi presi da loro vogliono che cose si risolvano nel più breve tempo possibile.

Le famiglie dicono che il capo della sicurezza del campo, Saman Ömer, ha minacciato di buttarle fuori dal campo.

ANF

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Iraq

Secondo le osservazioni dei Christian Peacemaker Teams, nel 2023, sono stati effettuati oltre 1.500 attacchi da parte delle forze armate turche nella regione del...

Diritti umani

MÊRDÎN – Nel caso KCK in corso a Mêrdîn (Mardin) dal 2014, 15 politici curdi, tra cui l’ex deputata Gülser Yıldırım, sono stati condannati...

Diritti umani

Dicle Müftüoğlu, co-presidente della DFG, che ha annunciato di aver iniziato uno sciopero della fame, ha dichiarato: “Come giornalista le cui attività professionali sono...

Diritti umani

La giornalista Safiye Alağaş è stata arrestata ieri sera dalla polizia. Ieri sera la polizia ha intercettato il veicolo di Safiye mentre viaggiava da...