Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Diritti umani

19,614 violazioni dei diritti nel 2014 nella regione curda

La sezione di Amed(Diyarbakir) dell’Associazione dei diritti umani(IHD)ha presentato il report sulla violazione dei diritti nella regione curda per il 2014.Secondo il report ,durante lo scorso anno,si sono registrati 19.614 casi di violazione dei diritti sono stati registrati nei territori del Kurdistan del nord.

In una nota alla stampa in merito al rapporto,il vice presidente generale di IHD e presidente della sezione di Amed Raci Bilici,ha affermato che la speranza per la pace dei popoli del Kurdistan e di Turchia per la pace, che è nata nel 2013 è stata delusa a causa delle politiche del governo.

Bilici ha osservato che con l’avvio del processo di risoluzione,il 2013 ha assistito ad una diminuzione della violazione dei diritti a causa dell’ambiente di conflitto e il 2014 ha assistito ancora una volta all’aumento a causa del fallimento del governo ad assumere i provvedimenti attesi previsti nell’ambito del processo di risoluzione.

Bilici ha sottolineato che gli incidenti a cui si è assistito durante manifestazioni di protesta contro gli attacchi su Kobanê,hanno mostrato ancora una volta quanto è fragile il processo di risoluzione,e che i funzionari del governo in questo processo hanno cercato di giustificare i colpevoli, proprio come avevano fatto nei casi precedenti.

669 arrestati, tra cui 106 ragazzi

Rilevando che l’intolleranza alle manifestazioni di massa democratici e rimasta al livello più alto nel 2014,Bilici ha riferito che 1.106 persone sono rimaste ferite durante gli interventi in 230 manifestazioni di massa.Ha dichiarato che 1.128 persone inclusi 56 ragazzini sono stati posti sotto custodia solo durante le proteste per Kobane.

Secondo i dati forniti da IHD,3840 persone,inclusi 444 ragazzi,sono state poste in detenzione e tra loro 669 persone ,inclusi 106 ragazzi, sono stati arrestati.

Interventi arbitrari e intenzionali da parte delle forze di sicurezza hanno provocato 19 morti e altre 30 sono rimaste gravemente ferite.Bilici ha detto e sottolineato che la politica dell’impunità per le forze di sicurezza responsabili di incidenti,le ha incoraggiate ulteriormente ed è servita come fattore importante nella crescita della violazione dei diritti.

Il governo sta rendendo la situazione dei prigionieri malati una questione di trattativa

Il presidente della sezione di Amed di IHD ha continuato richiamando l’attenzione per le crescenti violazione dei diritti nelle carceri turche,principalmente del diritto alla salute,aggiungendo che vi sono attualmente 649 detenuti malati,inclusi 247 in condizioni serie.

Ha sottolineato che il governo fa della situazione dei detenuti malati una questione di trattativa politica come parte del processo di risoluzione invece di fare accordi legali per garantire i loro diritti.Citando anche l’isolamento in corso del leader del PKK Abdullah Öcalan, Bilici ha detto che è sia illegale e disumano sottoporre il leader curdo a queste condizioni.

Bilici ha continuato richiamando l’attenzione sulle crescenti violazioni del diritto alla vita delle donne,attribuendo questo alla mancanza di politiche sociali che difendono la parità di genere e che forniscono le precauzioni e le misure necessarie per porre fine alla violenza contro le donne.

 

Di seguito un elenco dei dati statistici delle principali violazioni durante l’anno 2014:

* 9 membri del PKK sono morti, 1 ferito in scontri a fuoco

* 14 membri delle forze di sicurezza sono morti, 10 feriti in scontri a fuoco

* 56 morti, 103 feriti in omicidi irrisolti, omicidi extragiudiziali e sparatorie

* 22 morti, 1 ferito a causa di negligenza o errore ufficiale

* 29 donne si sono suicidato, 7 feriti

* 29 uomini suicidati,6 feriti

* 12 bambini suicidato

* 4 funzionari polizia/militari suicidati, 2 feriti

* 4 morti in delitti d’onore

* 3.840 posti in custodia

* 669 in custodia cautelare

* 1480 casi di tortura e maltrattamenti

* 1.106 feriti / aggredito in caso di intervento in eventi sociali

* 1493 sottoposto a indagini, querela e rigore

* 406 violazioni dei diritti nelle carceri

* 8161 violazioni dei diritti economici e sociali

* 1890 i casi di altre violazioni

ANF – AMED

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Memet Sıddık Akış, co-sindaco eletto del comune di Hakkari, è stato arrestato questa mattina e sostituito dal governatore di Hakkari. Il fascicolo investigativo utilizzato...

Turchia

La deputata del partito DEM Ceylan Akça-Cupolo chiede un’indagine sullo sfollamento forzato della popolazione di Sur avvenuto dopo la distruzione del quartiere storico. Il...

Turchia

Condanne durissime contro l’Hdp. 42 anni a Demirtas, l’unico in grado di ridare forza e unità alla sinistra turca e curda. Prima del verdetto...

Turchia

Gültan Kışanak, Ayla Akat Ata, Meryem Adıbelli, Ayşe Yağcı e Sebahat Tuncel sono di nuovo libere. Ma non si sentono veramente libere. Dopo aver...