Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Kurdistan

“Oggetti fotografici”-mostra fotografica-Follonica

I Kurdi sono uno dei popoli più antichi del Medio Oriente ed il Kurdistan appare sulle carte geografiche già dall’anno 1561, prima di essere smembrato dall’ Impero Ottomano, come ebbero a fare i Persiani e, dopo la Prima Guerra Mondiale, come faranno i governi occidentali che lo hanno diviso tra la Turchia, l’Iran, l’Iraq e la Siria.

Dopo 70 anni di dura oppressione, la realtà kurda di oggi non corrisponde più a quella storica. Il popolo kurdo ha subito inenarrabili persecuzioni, ancora in corso, di deportazione di massa e di sterminio genocida.

I villaggi vengono ovunque distrutti: in Iraq persino con armi chimiche, mentre in Iran vi sono documenti che testimoniano l’ impunibilità per chi uccideva un kurdo firmati dallo stesso Khomeini, il tutto col complice silenzio dell’ Occidente.

Ma la vergogna più grande è quella della Turchia, paese che fa parte della NATO e da tempo chiede di poter entrare nella comunità europea: la sua politica di feroce repressione fisica e culturale contro la comunità kurda dell’ Anatolia va avanti impunemente.

“Oggetti Nascosti” vuole sottolineare tutto questo e solidarizzare con un popolo fiero , facendone conoscere la lotta contro l’ alienazione della propria lingua e della propria identità, la sua cultura viva e egualitarista, le sue tradizioni, la libertà religiosa e il dIffuso laicismo.

 

20 Dicembre 2014 dalle ore 17

 

Casa AZUL  con la collaborazione  del Centro di Solidarità Internazionale Alta Maremma, e Comunità Kurda di Grosseto

 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Condanne durissime contro l’Hdp. 42 anni a Demirtas, l’unico in grado di ridare forza e unità alla sinistra turca e curda. Prima del verdetto...

Turchia

Gültan Kışanak, Ayla Akat Ata, Meryem Adıbelli, Ayşe Yağcı e Sebahat Tuncel sono di nuovo libere. Ma non si sentono veramente libere. Dopo aver...

Turchia

Sara Kaya, ex co-sindaco del distretto di Nusaybin a Mardin, è stata rilasciata dal carcere il 9 maggio dopo un lungo periodo di detenzione....

Iniziative

Venerdì 17 Maggio Ore 10:00: “Noantri curdi de’ Testaccio” al Box del Rione nel Mercato di Testaccio Nell’ anniversario del Centro Socio-Culturale Ararat i...