Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Appelli

Una banca del sangue per Kobanê

Il Rojava curdo in Siria ha bisogno della nostra solidarietà diretta

Gli jihadisti di Stato Islamico (IS) ora hanno dichiarato che anche la città curdo-siriana di Kobanê è un obiettivo dei loro attacchi.

“Abbiamo urgente bisogno di sacche di sangue per trasfusioni. Pazienti ammalati di leucemia non possono più essere curati e il numero di feriti di guerra aumenta quotidianamente. Non abbiamo plasma. Malati e feriti che potrebbero vivere muoiono davanti a noi. “medico” può aiutare?“

L’appello del Dr. Hikmet, il direttore dell’ospedale curdo della città di confine curda di Kobanê, è breve quanto drammatico. Non una parola di troppo, niente patos. È un richiamo pertinente rispetto ad un massacro che è già iniziato.

La regione di Kobanê è sotto il fuoco pesante. Già da settimane. Senza sosta gli islamisti delle milizie di ISIS attaccano l’autogoverno dei curdi in Siria. Da quando gli islamisti nella città irakena di Mosul hanno fatto bottino di armi pesanti di produzione USA il pericolo è drammaticamente aumentato.

Il nome arabo di Kobanê è Ayn al-Arab, „fonte degli arabi“ e i nuovi miliziani del califfato hanno giurato pubblicamente di voler cancellare la vita multietnica e multireligiosa a Kobanê e di rinominare la città in Ayn al-Islam (fonte dell’Islam). Un terribile incubo per i 700.000-800.000 abitanti della regione dopo la fuga di migliaia di profughi dalla Siria centrale e le loro comunità religiose e culturali siriane di arabi musulmani, yezidi, assiri, cristiani ortodossi e circassi.

A Kobanê fino ad ora non è possibile conservare sacche di sangue per trasfusioni. Le trasfusioni vengono fatte da persona a persona. In questo modo aumentano le minacce di infezioni ed avvelenamenti.

È necessario curare anche bambini ammalati di leucemia, pazienti con patologie croniche del sangue, ma anche numero di feriti civili che aumenta quotidianamente e tutti coloro che cercano di proteggere la loro comunità curda nel Rojava siriano.

Con il sostegno della società civile curda in Turchia “medico” ora ha trovato una via per portare le necessarie attrezzature mediche per la conservazione di sacche di sangue a Kobanê. Una banca del sangue salverà molte vite. Ogni donazione è importante.

Donazioni per Rojava e Siria

No al terrorismo religioso e alla violenza autoritaria. La Siria ha bisogno di pace e democrazia. Sostenete gli aiuti umanitari per le zone curde in Siria!

Causale: Siria o semplicemente: Rojava

Conto per donazioni:

“Medico” international
Conto-Nr. 1800
Frankfurter Sparkasse
BLZ 500 502 01
IBAN: DE21 5005 0201 0000 0018 00

Donare online ora!

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Diritti umani

MÊRDÎN – Nel caso KCK in corso a Mêrdîn (Mardin) dal 2014, 15 politici curdi, tra cui l’ex deputata Gülser Yıldırım, sono stati condannati...

Comunicati

Il 15 Febbraio 2024 segna il venticinquesimo anniversario del rapimento di Abdullah Öcalan, catturato a Nairobi, in Kenya, a compimento di un complotto internazionale...

Comunicati

Questa mattina il regime iraniano ha giustiziato i prigionieri politici curdi Mohsen Mazloum, Mohammad Faramarzi, Vafa Azarbar e Pejman Fatehi. Con l’ultima ondata di...

Diritti umani

Dicle Müftüoğlu, co-presidente della DFG, che ha annunciato di aver iniziato uno sciopero della fame, ha dichiarato: “Come giornalista le cui attività professionali sono...