Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Kurdistan

La rivolta di una donna contro il muro della vergogna

La sindaca di Nusaybin, Ayse Gokkan ha iniziato uno sciopero della fame a oltranza in mezzo alle mine al confine tra la Turchia e la Siria.La Gokhan ha detto: “con la costruzione di questo muro della vergogna la Turchia non sta rispettando l’Accordo di Ottawa di cui è firmataria

Il muro viene costruito per mantenere il campo minato. La costruzione di questo muro è un crimine. Nonostante il fatto che io qui sia il sindaco, non sono stata informata di questa costruzione. La decisione di costruire questo muro è una decisione politica. Questo muro viene costruito per dividere ulteriormente la gente del Kurdistan. Questo muro non viene costruito per ‘motivi di sicurezza’ o per ‘prevenire il contrabbando’, viene costruito per dividere il popolo curdo”.

È come se per il governo dell’AKP non bastasse attuare un embargo contro la gente del Rojava, la costruzione di questo muro prende di mira ulteriormente il popolo del Rojava interrompendo le forniture di medicinali e di aiuti umanitari. Questa è una violazione dei diritti umani. È un palese attacco contro la volontà del popolo curdo impegnano in una lotta per ottenere più diritti e libertà. Il co-presidente della sezione di Mardin del BDP, Resat Kaymaz, ha detto: “la nostra sindaca sta facendo uno sciopero della fame a oltranza in un campo minato. Se la nostra sindaca perde la vita, nessun altro se non il Primo Ministro turco Erdogan ne sarà responsabile. Le richieste della nostra sindaca sono le richieste del popolo curdo”.

La costruzione di questo muro è una chiara indicazione della volontà del governo turco di sostenere organizzazioni legate ad Al-Qaeda come il Fronte Al-Nusra che stanno continuando le loro attività terroristiche contro il popolo curdo.

Chiediamo a tutti i movimenti sociali a livello internazionale, alle ONG ed alle organizzazioni per i diritti umani di prendere posizione contro questo muro della vergogna. Solo una presa di posizione di questo tipo può aiutare a salvare la vita della sindaca di Nusaybin e fermare la costruzione del muro della vergogna che vuole ancora una volta dividere il popolo curdo. 

KNK (Congresso Nazionale del Kurdistan)
31.11.2013
www.kongrakurdistan.net

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Comunicati

Mentre i pogrom contro i rifugiati siriani in Turchia e l’esibizione di saluti fascisti del lupo da parte del giocatore della nazionale turca Demiral...

Turchia

MERSİN – Intervenendo all’incontro delle donne, la politica curdo Sebahat Tuncel ha sottolineato che la pratica del fiduciario è diventata un regime e colpisce...

Siria

Trentatré partiti e organizzazioni politiche si sono espressi contro gli ultimi tentativi di riavvicinamento dello Stato turco e del governo di Damasco, affermando che...

Rassegna Stampa

MEDIO ORIENTE. Un caso di violenza sessuale scatena attacchi che si estendono a molte città. Negozi, case e auto distrutte, violenze: 3 milioni di profughi...