Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Kurdistan

Bambino ferito dai soldati turchi in attesa di cure

Il 13enne Abdullah Berzan è stato colpito da soldati turchi in Rojava mentre stava giocando e da allora è paralizzato. Da un anno e mezzo aspetta possibilità di ricevere cure.

Il 20 settembre 2018 l’esercito turco da una postazione sul vicino confine, ha aperto il fuoco su bambini del villaggio di Xerab Kort – circa dieci chilometri a ovest di Qamişlo – che stavano giocando. Nell’attacco è rimasto gravemente ferito il dodicenne Abdullah Berzan. Abdullah è stato portato in un ospedale in Kurdistan del sud della Mezzaluna Rossa Curda (Heyva Sor a Kurd). Dato che i medici chiedevano 10.000 dollari per un trattamento, non è stato possibile rimuovere gli shrapnel e Abdullah è rimasto paralizzato.

Abdullah cerca di camminare con le stampelle, ma riesce solo con l’aiuto di sua madre. Fuori dall’orario scolastico sta tutto il tempo a casa sdraiato sulla schiena. La famiglia non ha il denaro per le cure del bambino. Sua madre racconta dell’attacco contro suo figlio: „Mio figlio era in seconda media. Tornato dalla scuola è uscito di nuovo per andare a giocare. I soldati turchi hanno aperto il fuoco in modo mirato contro i bambini che giocavano. Mio figlio è rimasto ferito.“

La madre riferisce delle cure di suo figlio: „I medici dicono che le condizioni di mio figlio sono critiche. Ha perso un rene e l’altro è rimasto danneggiato per il 10%. Abbiamo portato Abdullah in Kurdistan del sud per ricevere cure. Siamo rimasti lì per 17 giorni. Le infiammazioni nel suo corpo peggioravano continuamente. Dicevano che servivano 10.000 dollari per operarlo. Dato che non avevano così tanto denaro, siamo dovuti tornare qui.“

Aiuti al bambino da Heyva Sor a Kurd

Abdullah da circa un anno e mezzo viene assistito da Heyva Sor a Kurd. Viene curato nelle strutture di fisioterapia del comitato per la salute di Cizîrê a Hesekê e Dêrik.

Fonte: ANF

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Diritti umani

MÊRDÎN – Nel caso KCK in corso a Mêrdîn (Mardin) dal 2014, 15 politici curdi, tra cui l’ex deputata Gülser Yıldırım, sono stati condannati...

Diritti umani

Dicle Müftüoğlu, co-presidente della DFG, che ha annunciato di aver iniziato uno sciopero della fame, ha dichiarato: “Come giornalista le cui attività professionali sono...

Diritti umani

La giornalista Safiye Alağaş è stata arrestata ieri sera dalla polizia. Ieri sera la polizia ha intercettato il veicolo di Safiye mentre viaggiava da...

Siria

Gli attacchi della Turchia alla Siria settentrionale e orientale sono un “atto di aggressione barbarica e terroristica”, lo hanno affermato le SDF in una...