Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Kurdistan

La sorella di Öcalan: Io voglio sapere se è vivo

La sorella del leader del popolo curdo Abdullah Öcalan, Fatma Öcalan, ha dato voce alle preoccupazioni sulla salute ed il benessere di suo fratello e ha affermato:” Io voglio sentirlo. Io voglio sapere se è vivo“.

L’ultima volta Fatma Öcalan ha visto suo fratello Abdullah tre anni fa. Ed è da più di un anno da quando il fratello Mehmet Öcalan ha visitato suo fratello nel carcere di massima sicurezza di Imrali.
È l’ultima persona che ha visto il leader curdo. Dopo che sono emersi rapporti sulla salute di Abdullah Öcalan, la sua famiglia ha richiesto all’Ufficio del Procuratore di Bursa.e al Ministero della Giustizia un permesso per visitarlo. Nè la procura nè il pubblico ministero hanno risposto alla richiesta della famiglia.

La sorella del leader curdo Fatma Öcalan ha espresso le sue preoccupazioni sulla salute di suo fratello e ha affermato che sebbene non ha potuto camminare finora, è pronta a visitare suo fratello con la carrozzina.

” Io voglio vedere mio fratello, io voglio sentirlo. Io voglio sapere se è vivo. Abbiamo potuto incontrarlo in passato, anche se raramente. Ma adesso sia noi come famiglia nè altri possono vederlo. Il governo non concede il permesso”.

Fatma Öcalan ha ricordato la sua visita ad Imrali e ha affermato che Öcalan ha costantemente parlato di pace e si è mostrato spiaciuto per le persone che sono state uccise durante il conflitto.

La sorella di Öcalan, che ha visitato Imrali tre volte afferma: ” Io sono stata sopraffatta quando l’ho visitato. Avevo pensato che potevamo vederci sempre e che potevamo visitarlo. Ma essi (le autorità turche non hanno dato il permesso. Adesso non ci siamo potuti andare per gli ultimi tre anni. Non non sappiamo nemmeno se è vivo”.

L’ultima visita degli avvocati di Öcalan ha avuto luogo più di sei anni fa il 27 luglio 2011. La delegazione di Imrali che è stata costituita durante i negoziati di pace informali, ha visitato l’ultima volta il leader curdo il 5 aprile 2015. Le autorità turche hanno costantemente respinto le richieste da parte della famiglia Öcalan, degli avvocati e della delegazione di Imrali per visitarlo nel carcere di massima sicurezza.

 

ANF

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Memet Sıddık Akış, co-sindaco eletto del comune di Hakkari, è stato arrestato questa mattina e sostituito dal governatore di Hakkari. Il fascicolo investigativo utilizzato...

Turchia

La deputata del partito DEM Ceylan Akça-Cupolo chiede un’indagine sullo sfollamento forzato della popolazione di Sur avvenuto dopo la distruzione del quartiere storico. Il...

Libertà per Öcalan

La campagna “Libertà per Öcalan: Una soluzione politica alla questione curda” chiede al Comitato europeo per la prevenzione della tortura o dei trattamenti degradanti...

Turchia

Condanne durissime contro l’Hdp. 42 anni a Demirtas, l’unico in grado di ridare forza e unità alla sinistra turca e curda. Prima del verdetto...