Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Diritti umani

Demirtaş: Proteggeremo la dignità dei popoli che rappresenteremo

Il Co-Presidente di HDP Selahattin Demirtaş ha affermato quanto segue a riguardo dell’udienza alla quale non gli è stato permesso di partecipare poichè ha rifiutato di essere ammanettato: ” Resisteremo all’ingiustizia in ogni circostanza e proteggeremo la dignità dei popoli che rappresenteremo.” Il Co-presidente del Partito Democratico dei Popoli (Halkların Demokratik Partisi – HDP) Co-chair Selahattin Demirtaş ha rilasciato un breve messaggio attraverso i suoi avvocati dopo che non gli è stato permesso di pertecipare al suo processo quando ha rifiutato di attenersi all’imposizione delle manette. Il messaggio pubblicato da Dihaber è come segue:

” Ho affermato  ieri che deve essere compreso che se non fossi stato portato all’udienza, l’unico problema sarebbe quello che ho rifiutato di essere ammanettato durante il trasporto nella navetta. Io sono ancora un membro del parlamento in servizio attivo, con l’immunità. Io rappresento la volontà del popolo. Io trovo che la pratica dell’ammanettamento nella navetta che impiegherà ore illegale e immorale. Sono stato riportato nella mia cella dalla porta del carcere senza essere stato portato sulla navetta alle 4 della mattina perchè ho rifiutato di essere ammanettato. Il mio diritto ad un equo processo è stato violato in tal modo, anche in questo caso in cui sono in giudizio senza custodia cautelare. Il caso in cui sono in realtà in attesa di giudizio non ha una data prestabilita, sebbene sia in carcere da 8 mesi. Resisteremo all’ingiustizia in ogni circostanza e proteggeremo la dignità dei popoli che rappresenteremo.”

ANF- ANKARA

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Condanne durissime contro l’Hdp. 42 anni a Demirtas, l’unico in grado di ridare forza e unità alla sinistra turca e curda. Prima del verdetto...

Turchia

Gültan Kışanak, Ayla Akat Ata, Meryem Adıbelli, Ayşe Yağcı e Sebahat Tuncel sono di nuovo libere. Ma non si sentono veramente libere. Dopo aver...

Turchia

Sara Kaya, ex co-sindaco del distretto di Nusaybin a Mardin, è stata rilasciata dal carcere il 9 maggio dopo un lungo periodo di detenzione....

Turchia

Un gruppo di 159 accademici, scrittori, parlamentari e avvocati ha chiesto il rilascio delle persone imprigionate nel processo di Kobanê e ha affermato: “Questo...