Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Diritti umani

11 deputati di HDP e oltre 80 sindaci ancora dietro le sbarre

Dopo l’arresto di uno e il rilascio di tre deputati di HDP, ci sono attualmente due Co-presidenti e 9 deputati in carcere. Inoltre più di 80 sindaci curdi sono ancora in carcere.Il vice Co-presidente e responsabile degli affari esteri Hişyar Özsoy ha rilasciato una dichiarazione a riguardante la recente situazione dei politici incarcerati di HDP e del DBP (Partito Democratico delle Regioni) nelle carceri turche.

La dichiarazione ha sottolineato che la pressione sulle opposizioni democratiche in genere, ed in particolare sull’HDP, non è cessata dopo il referendum del 16 aprile in Turchia. Due giorni dopo il referendum il 18 aprile 2017, lo stato di emergenza in tutto il paese è stato esteso per altri tre mesi per la terza volta. Il giorno successivo, il 19 aprile 2017, Burcu Celik deputata di HDP dir Muş, è stato arrestato con l’accusa di ” incitare la popolazione all’odio e all’inimicizia” e di “svolgere propaganda terrorista” a causa dei suoi interventi rilasciati nel 2015. Lei attualmente si trova nel carcere di Sincan ad Ankara sottoposta a una condizione di isolamento.

Due giorni dopo, il 21 aprile 2017, sei politici curdi, inclusi co-presidenti del DBP, co-sindaci e deputati si trovavano sotto processo. Mentre i deputati di HDP Meral Danış Beştaş (Deputata di Adana) e Nursel Aydoğan (Deputa di Diyarbakir)  erano state rilasciate dal tribunale in attesa di processo, lo stesso giorno tribunali separati hanno ordinato la detenzione preventiva di Sebahat Tuncel (Co-presidente del DBP), Gültan Kışanak (Co-sindaca di Diyarbakir), Gülser Yıldırım (Deputata di HDP di Mardin), e Ferhat Encü (Deputato di HDP di Şırnak).L’udienza di Tuncel e Kısanak continua a svolgersi a Malatya,per Yildirim a Mardin e per Encu a Sirnak.

Aydoğan era stata arrestata il 4 novembre 2016 con le accuse di “svolgere propaganda terrorista” e di “incitare la popolazione all’odio e all’ostilità” Queste accuse sono baste sulle sue attività politiche, come tenere discorsi e partecipare ad incontri pubblici ed eventi politici. Aydoğan era stata rilasciata con la condizione del controllo giudiziario. Tuttavia il suo seggio parlamentare adesso è al palo a causa della condanna di 4 anni, 8 mesi e 7 giorni comminata dalla Corte di Assise di Diyarbakir. La Corte di Appello a Gaziantep ha approvato la condanna, ed il capo e l’Ufficio della Procura di Diyarbakir ha inviato una lettera formale al Ministero della Giustizia chiedendo la revoca del seggio parlamentare della Aydoğan. In modo simile alla procedura utilizzata per la revoca del seggio parlamentare della Co-presidente di HDP Figen Yüksekdağ, Aydoğan perderà il suo posto in parlamento quando l’ordine del tribunale verrà letto in plenaria.

Meral Danış Beştaş, detenuta tra il 31 gennaio e il 21 aprile 2017, è stata rilasciata con la condizione di limitazioni di viaggio e controllo giudiziario. Dopo il rilascio di Aydoğan e di Danış Beştaş, la pubblica accusa ha contestato la decisione. Mentre il tribunale aveva negato l’obiezione sul rilascio della Danış Beştaş, l’obiezione per il rilascio della Aydoğan non è ancora stato finalizzato.

Oltre a Aydoğan e Beştaş, Nihat Akdoğan, deputato di HDP di Hakkari, che si trovava in carcere dal 7 novembre 2016, è stato rilasciato il 26 aprile 2017. Il suo caso multiplo è in attesa. Ma il procuratore ha obbiettato la decisione del tribunale con la richiesta di un nuovo arresto. Il tribunale non ha ancora preso una decisione.

Il 25 aprile, Feleknas Uca, attuale deputata di HDP di Diyarbakır ed ex membro del Parlamento Europeo per dieci anni, è stata posta in detenzione mentre stava lasciando la sua abitazione a Diyarbakir. È stata rilasciata dopo la sua testimonianza presso l’ufficio del procuratore.

Dopo  l’arresto di uno e il rilascio di tre dei  deputati di HDP, ci sono attualmente due Co-presidenti e nove deputati di HDP in carcere. Inoltre più di 80 sindaci curdi sono ncora in carcere. Co-presidenti, deputati e Co-sindaci sono perseguiti a causa dei loro discorsi e elle loro attività politiche. Gli appelli che HDP ha presentato alla Corte Costituzionale nel novembre del 2016 per il rilascio dei Co-presidenti e dei deputati non sono ancora stati esaminati.Né la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo ha iniziato a rivedere le domande di HDP per quanto riguarda sia la revoca delle immunità legislative dei suoi deputati che il loro arresto.

I deputati di HDP sottoposti ad arresto sono:I Co-presidenti Selahattin Demirtaş e Figen Yüksekdağ, il portavoce Ayhan Bilgen, il Presidente del Gruppo Parlamantare İdris Baluken, i deputati di HDP di Hakkari Abdullah Zeydan e Selma Irmak, la deputata di HDP di Mardin Gülser Yıldırım, la deputata di HDP di Diyarbakır Çağlar Demirel, la deputata di  HDP di Siirt Besime Konca, il deputato di Şırnak Ferhat Encü e la deputata di Muş Burcu Çelik.

ANF

 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Un tribunale turco ha rilasciato sotto controllo giudiziario la famosa avvocatessa Feyza Altun dopo la sua detenzione per la sue affermazioni sulla “sharia”, dopo...

Turchia

Ahmet Türk, il candidato co-sindaco del partito DEM a Mardin, ha chiarito le sue dichiarazioni riguardo al presidente Erdoğan. Ahmet, che ha affermato che...

Turchia

Non viene accolta la richiesta che il curdo, che ancora figura nei verbali parlamentari come “lingua sconosciuta”, diventi la lingua dell’istruzione. I dirigenti delle...

Turchia

ANKARA- Il microfono della deputata del partito DEM Beritan Güneş, che ha parlato in curdo all’Assemblea generale del Parlamento in occasione della Giornata mondiale...