Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Diritti umani

Operazioni contro attivisti per il “No” 12 giorni prima del referendum

38 persone sono state arrestate a Adana, Mersin, Hatay, Istanbul ed Erzurum da irruzioni della polizia 12 giorni prima del referendum. La giornata è iniziata con irruzioni della polizia a 12 giorni dal referendum.
La polizia ha perquisito 20 indirizzi diversi contemporaneamente nelle prime ore del mattino ad Adana. La polizia ha rotto le porte e ha perquisiti le abitazioni. Dopo la ricerca numerosi libri, giornali e computer sono stati sequestrati e 14 persone sono state poste in detenzione senza nessuna motivazione. È stato riferito che le persone arrestate sono state inviate al comando di polizia di Adana che erano stati sottoposti a visite mediche.

La polizia ha perquisito anche numerose abitazioni a Mersin città e nelle circoscrizioni di Mezitli e Yenişehir .Successivamente la polizia ha arrestato 14 studenti che sono stati posti in detenzione. Membri di  TÖPG ( Iniziativa del Partito della Libertà Sociale) sono stati arrestati prima della visita del presidente turco Recep Tayyip ad Hatay per la campagna del referendum. È  stato riferito che i membri di nome iÖztürk, Onur Gezici, Mesut Soya, Mithatcan Türetken e Ahmet Doğan sono stati posti in detenzione durante perquisizioni della polizia nelle loro abitazioni, mentre un cittadino di nome Serpil Kırdağ è stato arrestato nel suo posto di lavoro. È stato anche riferito che cittadini di nome Mahir Mansuroğlu e Doğuş Genç non sono stati trovati durante le perquisizioni della polizia.

È stato riportato che il padre Adil Görücü è stato arrestato con sua figlia Sevim Görücü perchè stavano ascoltando musica curda nella loro abitazione nel quartiere  Esenler di İstanbul. Padre e figlia sono stati inviati alla stazione di polizia. Sebahattin Kılıç della municipalità di Tekman da una irruzione della polizia a Erzurum senza nessuna giustificazione. È stato riferito che Kilic è stato inviato al quartier generale della polizia di Erzurum.

Nel frattempo 13 persone arrestate ieri a Dersim sono state portate in tribunale nelle prime ore del mattino. Dopo essere stati interrogati dal procuratore un cittadino di nome Volkan Çiçek è stato rilasciato e 12 persone di nome İlke Başak Baydar, Beren Atıcı, Ali Ekber Kaya, Hüseyin Dağdeviren, Hüseyin Mavi, Hakan Kavut, Hasan Hüseyin Akyüz , Ali Haydar Eren, Hüseyin Arğal, İlkay Cem Işık, Sinan Sarıtaş e Hasan Yıldız sono stati rilasciati con l’accusa di “essere membri di organizzazione illegale”.

Dihaber

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Un tribunale turco ha rilasciato sotto controllo giudiziario la famosa avvocatessa Feyza Altun dopo la sua detenzione per la sue affermazioni sulla “sharia”, dopo...

Turchia

Ahmet Türk, il candidato co-sindaco del partito DEM a Mardin, ha chiarito le sue dichiarazioni riguardo al presidente Erdoğan. Ahmet, che ha affermato che...

Turchia

Non viene accolta la richiesta che il curdo, che ancora figura nei verbali parlamentari come “lingua sconosciuta”, diventi la lingua dell’istruzione. I dirigenti delle...

Turchia

ANKARA- Il microfono della deputata del partito DEM Beritan Güneş, che ha parlato in curdo all’Assemblea generale del Parlamento in occasione della Giornata mondiale...