Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Kurdistan

Guardiani e gendarmi attaccano prigionieri e famiglie nel carcere di Şakran

Guardiani e gendarmi hanno attaccato prigionieri e le loro famiglie durante le viste nel carcere di Şakran nella provincia occidentale di İzmir. Mentre lo sciopero della fame irreversibile a oltranza nel carcere di Şakran a İzmir continua per il 48° giorno, guardiani e gendarmi hanno attaccato i prigionieri  e le loro famiglie che oggi si recavano nel carcere per vedere i loro parenti.

Cihan Önen, fratello del prigioniero Barış Önen a Şakran, ha dichiarato che i guardiani hanno prima insultato e poi attaccato i prigionieri che poi hanno trascinato per terra e portato via dall’area per le visite. In risposta i prigionieri durante l’attacco hanno gridato “La dignità umana prevarrà sulla tortura”.

Önen ha detto che i familiari hanno protestato contro l’attacco e che successivamente dozzine di gendarmi sono arrivati nell’area delle viste e hanno attaccato tutti senza fare differenza, compresi bambini e persone anziane. I gendarmi hanno trascinato anziane per le scale e le hanno buttate fuori e che molte persone sono rimaste ferite. Le famiglie hanno affrontato ulteriori attacchi anche di fronte al carcere e poi sono stati mandati via dall’area e hanno iniziato ad aspettare a qualche chilometro di distanza da carcere, circondati da soldati.

 

İZMİR – ANF

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Condanne durissime contro l’Hdp. 42 anni a Demirtas, l’unico in grado di ridare forza e unità alla sinistra turca e curda. Prima del verdetto...

Turchia

Gültan Kışanak, Ayla Akat Ata, Meryem Adıbelli, Ayşe Yağcı e Sebahat Tuncel sono di nuovo libere. Ma non si sentono veramente libere. Dopo aver...

Turchia

Sara Kaya, ex co-sindaco del distretto di Nusaybin a Mardin, è stata rilasciata dal carcere il 9 maggio dopo un lungo periodo di detenzione....

Turchia

Un gruppo di 159 accademici, scrittori, parlamentari e avvocati ha chiesto il rilascio delle persone imprigionate nel processo di Kobanê e ha affermato: “Questo...