Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Diritti umani

Donna partorisce da sola sul pavimento della cella

ANKARA – Una donna in stato di detenzione nel quartier generale di polizia ad Ankara ha dovuto partorire da sola sul pavimento della cella dopo che le è stato negato un trasferimento da un medico. Secondo la notizia pubblicata sul sito Yeniyön, una donna in stato di detenzione nel quartier generale di polizia ad Ankara ha dovuto partorire da sola sul pavimento della cella dopo che le è stato negato un trasferimento da un medico. Un uomo la cui moglie era detenuta nel quartier generale di polizia ad Ankara ha raccontato l’evento come segue: “Sono andato a trovare mia moglie la scorsa settimana. Una donna nella cella accanto ha partorito da sola sul pavimento della cella senza un medico, né acqua. E la sentivamo gridare in un’altra cella. Non potevamo fare niente e i funzionari di polizia non hanno fatto niente. Non hanno portato la donna da un medico. Dopo aver aspettato per un po’, hanno dovuto portarla da un medico.”

Sujin

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Un tribunale turco ha rilasciato sotto controllo giudiziario la famosa avvocatessa Feyza Altun dopo la sua detenzione per la sue affermazioni sulla “sharia”, dopo...

Turchia

Ahmet Türk, il candidato co-sindaco del partito DEM a Mardin, ha chiarito le sue dichiarazioni riguardo al presidente Erdoğan. Ahmet, che ha affermato che...

Turchia

Non viene accolta la richiesta che il curdo, che ancora figura nei verbali parlamentari come “lingua sconosciuta”, diventi la lingua dell’istruzione. I dirigenti delle...

Turchia

ANKARA- Il microfono della deputata del partito DEM Beritan Güneş, che ha parlato in curdo all’Assemblea generale del Parlamento in occasione della Giornata mondiale...