Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Diritti umani

Narin Çapan condannata a 3 anni di carcere

DİYARBAKIR – L’ex dipendente del Centro delle Donne Meya della municipalità di Silvan Narin Çapan è stata condannata e 3 anni di carcere nell’inchiesta avviata su di lei per i suoi post sui social media e per le fotografie sul suo cellulare.

Narin Çapan, era stata arrestata con due giornalisti italiani il 28 ottobre 2015 nel distretto di Silva a Diyarbakir, Esra stata mandata in carcere il 31 marzo 2016 per i suoi post sui social media e le fotografie sul cellulare. Narin era stata rilasciata nella prima udienza dell’inchiesta aperta su di lei con le accuse di “essere membro di organizzazione illegale” e di “fare propaganda per organizzazione illegale” per i suoi post sui social media e le fotografie sul suo cellulare.

Il processo a Narin si è svolto oggi presso il Tribunale penale di Diyarbakir, Mentre la pubblica accusa aveva chiesto una pena detentiva per Narin, il Tribunale ha prosciolto Narin dall’accusa di “essere membro di organizzazione illegale” per non essere in possesso di prove credibili e convincenti. Il Tribunale ha ritenuto Narin di essere colpevole per i post e le fotografie sul suo cellulare  e l’ha condannata a 3 anni di carcere con l’accusa di “fare propaganda per organizzazione illegale”.

Sujin.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Sara Kaya, ex co-sindaco del distretto di Nusaybin a Mardin, è stata rilasciata dal carcere il 9 maggio dopo un lungo periodo di detenzione....

Iran

Le violazioni dei diritti umani contro civili e attivisti curdi nella regione curda dell’Iran sono continuate nel febbraio 2024. Nei suoi rapporti mensili, la...

Diritti umani

MÊRDÎN/İZMİR – 1 persona è stata arrestata durante le perquisiszioni domestiche a Nisêbîn (Nusaybin). A Izmir è stato arrestato Koray Kesik, direttore artistico del documentario...

Diritti umani

Lo sciopero della fame iniziato dai detenuti nelle carceri che chiedono “la libertà per Abdullah Öcalan e una soluzione politica al problema curdo” prosegue...