Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Diritti umani

Continua in Turchia l’assimilazione dei bambini curdi

Warning: Undefined variable $skin in /customers/5/7/e/retekurdistan.it/httpd.www/wp-content/plugins/media-element-html5-video-and-audio-player/mediaelement-js-wp.php on line 405 Warning: Undefined variable $src_attribute in /customers/5/7/e/retekurdistan.it/httpd.www/wp-content/plugins/media-element-html5-video-and-audio-player/mediaelement-js-wp.php on line 410 Warning: Undefined variable $type_attribute in /customers/5/7/e/retekurdistan.it/httpd.www/wp-content/plugins/media-element-html5-video-and-audio-player/mediaelement-js-wp.php on line 410 Warning: Undefined variable $poster_attribute in /customers/5/7/e/retekurdistan.it/httpd.www/wp-content/plugins/media-element-html5-video-and-audio-player/mediaelement-js-wp.php on line 410 Warning: Undefined variable $autoplay_attribute in /customers/5/7/e/retekurdistan.it/httpd.www/wp-content/plugins/media-element-html5-video-and-audio-player/mediaelement-js-wp.php on line 410 Warning: Undefined variable $mp3_source in /customers/5/7/e/retekurdistan.it/httpd.www/wp-content/plugins/media-element-html5-video-and-audio-player/mediaelement-js-wp.php on line 412 Warning: Undefined variable $webm_source in /customers/5/7/e/retekurdistan.it/httpd.www/wp-content/plugins/media-element-html5-video-and-audio-player/mediaelement-js-wp.php on line 413 Warning: Undefined variable $flv_source in /customers/5/7/e/retekurdistan.it/httpd.www/wp-content/plugins/media-element-html5-video-and-audio-player/mediaelement-js-wp.php on line 414 Warning: Undefined variable $wmv_source in /customers/5/7/e/retekurdistan.it/httpd.www/wp-content/plugins/media-element-html5-video-and-audio-player/mediaelement-js-wp.php on line 415 Warning: Undefined variable $ogg_source in /customers/5/7/e/retekurdistan.it/httpd.www/wp-content/plugins/media-element-html5-video-and-audio-player/mediaelement-js-wp.php on line 416 Warning: Undefined variable $captions_source in /customers/5/7/e/retekurdistan.it/httpd.www/wp-content/plugins/media-element-html5-video-and-audio-player/mediaelement-js-wp.php on line 417 Warning: Undefined variable $loop_option in /customers/5/7/e/retekurdistan.it/httpd.www/wp-content/plugins/media-element-html5-video-and-audio-player/mediaelement-js-wp.php on line 423 Warning: Undefined variable $mediahtml in /customers/5/7/e/retekurdistan.it/httpd.www/wp-content/plugins/media-element-html5-video-and-audio-player/mediaelement-js-wp.php on line 425

È comparso un video sui social media che mostra bambini nella città curda di Batman spinti dai loro insegnanti a cantare slogan nazionalisti. Il video mostra 8 ragazzi curdi in una classe, 7 reggono la bandiera turca e uno di fronte fa un discorso. Il bambino che evidentemente sta leggendo da una lavagna e da un video inizia dicendo ” Questo è il sudest “.

Il termine “sudest” è utilizzato comunemente nei media e negli ambienti turchi per fare riferimento alla regione curda del paese, senza definire che è il Kurdistan. Facendo riferimento alla doppia esplosione di Istanbul del 10 dicembre, il bambino continua”: “Noi condanniamo questo perfido attacco e desideriamo per i nostri martiri la misericordia di Allah. Non sarete in grado ti abbattere la nostra bandiera. Non sarete in grado di dividere il nostro paese.”

Poi tutti i bambini cantano lo slogan utilizzato comunemente in Turchia. “I martiri non muoiono, la patria non può essere divisa”.Il video è stata accolta con indignazione sui social media con molti utenti che lo definiscono come un esempio della continua assimilazione di bambini curdi. Gli utenti dei social media turchi hanno descritto il video mentre mostra un insegnante turco, presumibilmente di Mersin, insegna ai bambini l’amore per la patria.

Una foto che mostra i bambini in un altro scuola che reggono cappi a fianco del loro maestro è stato interpretato come un appello per il ripristino della pena di morte. Attivisti per i diritti dei bambini hanno condannato la foto dicendo che è miltarizzante, divisiva e alimenta l’odio.

KDQ


 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Memet Sıddık Akış, co-sindaco eletto del comune di Hakkari, è stato arrestato questa mattina e sostituito dal governatore di Hakkari. Il fascicolo investigativo utilizzato...

Turchia

La deputata del partito DEM Ceylan Akça-Cupolo chiede un’indagine sullo sfollamento forzato della popolazione di Sur avvenuto dopo la distruzione del quartiere storico. Il...

Turchia

Condanne durissime contro l’Hdp. 42 anni a Demirtas, l’unico in grado di ridare forza e unità alla sinistra turca e curda. Prima del verdetto...

Turchia

Gültan Kışanak, Ayla Akat Ata, Meryem Adıbelli, Ayşe Yağcı e Sebahat Tuncel sono di nuovo libere. Ma non si sentono veramente libere. Dopo aver...