Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Diritti umani

Giornalista del canale televisivo KNNC trovato morto nei pressi di Amedi, Kurdistan iracheno

AMEDI- Quattro giorni dopo essere stato sequestrato da un uomo armato sconosciuto, un cameraman del canale televisivo curdo KNNC è stato trovato morto giovedì nei pressi del distretto di Amedi, situato a 90 Km a nordest di Duhok, lo ha riferito la  KNNC.

Il canale televisivo curdo KNNC ha identificato il cameraman in  Shukri Zaynadin, dicendo “Sono passati quattro giorni da quando è scomparso [Zaynadin], il suo corpo è stato trovato nei pressi del distretto di Amedi.”

Il responsabile dell’ufficio della KNNC a Duhok ha dichiarato all’affiliato Movimento del Cambiamento (Gorran) che Zaynadin aveva recentemente ricevuto “minacce da parte delle forze di sicurezza del Partito Democratico del Kurdistan” che gli chiedevano di abbandonare il lavoro presso il canale”.

“Shukri Zaynadin è stato arrestato dalle forze di sicurezza nel 2013 a causa del suo impiego alla KNNC, riferisce l’emittente. “Lui  [Zaynadin] era stato minacciato in un tentativo di fargli abbandonare il suo lavoro.Shurky era un giornalista curdo proveniente da Duhok.Era sposato e aveva otto bambini.

La provincia di Duhok è controllata dalle autorità del KDP.

Il 13 agosto 2016 un giornalista curdo Wedat Hussein Ali, corrispondente di un organo di informazione vicino al Partito dei Lavoratoti del Kurdistan (PKK) , Roj News,era stato trovato morto lungo l’autostrada Duhok-Semel riportando segni di tortura.

Metro Center ha documentato la violazione di diritti di 145 giornalisti nel 2015 dai 107 dell’anno precedente.Le violazioni comprendono pestaggi, intimidazioni, detenzioni arbitrarie e assassini.

Secondo gruppo locali dei diritti oltre 420 giornalisti sono stati uccisi in Iraq dal 2003. Quest’anno organizzazioni dei media e professionisti sono stati frequentemente bersaglio delle violenze.

KNNC

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Sara Kaya, ex co-sindaco del distretto di Nusaybin a Mardin, è stata rilasciata dal carcere il 9 maggio dopo un lungo periodo di detenzione....

Iran

Le violazioni dei diritti umani contro civili e attivisti curdi nella regione curda dell’Iran sono continuate nel febbraio 2024. Nei suoi rapporti mensili, la...

Diritti umani

MÊRDÎN/İZMİR – 1 persona è stata arrestata durante le perquisiszioni domestiche a Nisêbîn (Nusaybin). A Izmir è stato arrestato Koray Kesik, direttore artistico del documentario...

Iraq

Dopo la vittoria elettorale del partito DEM nel Kurdistan settentrionale, il regime AKP-MHP continua ad intensificare i suoi attacchi contro i curdi. I guerriglieri...