Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Comunicati

Occupata l’AgustaWestland di Benevento: Basta armare il regime assassino di Erdogan!

Warning: Undefined variable $skin in /customers/5/7/e/retekurdistan.it/httpd.www/wp-content/plugins/media-element-html5-video-and-audio-player/mediaelement-js-wp.php on line 405 Warning: Undefined variable $src_attribute in /customers/5/7/e/retekurdistan.it/httpd.www/wp-content/plugins/media-element-html5-video-and-audio-player/mediaelement-js-wp.php on line 410 Warning: Undefined variable $type_attribute in /customers/5/7/e/retekurdistan.it/httpd.www/wp-content/plugins/media-element-html5-video-and-audio-player/mediaelement-js-wp.php on line 410 Warning: Undefined variable $poster_attribute in /customers/5/7/e/retekurdistan.it/httpd.www/wp-content/plugins/media-element-html5-video-and-audio-player/mediaelement-js-wp.php on line 410 Warning: Undefined variable $autoplay_attribute in /customers/5/7/e/retekurdistan.it/httpd.www/wp-content/plugins/media-element-html5-video-and-audio-player/mediaelement-js-wp.php on line 410 Warning: Undefined variable $mp3_source in /customers/5/7/e/retekurdistan.it/httpd.www/wp-content/plugins/media-element-html5-video-and-audio-player/mediaelement-js-wp.php on line 412 Warning: Undefined variable $webm_source in /customers/5/7/e/retekurdistan.it/httpd.www/wp-content/plugins/media-element-html5-video-and-audio-player/mediaelement-js-wp.php on line 413 Warning: Undefined variable $flv_source in /customers/5/7/e/retekurdistan.it/httpd.www/wp-content/plugins/media-element-html5-video-and-audio-player/mediaelement-js-wp.php on line 414 Warning: Undefined variable $wmv_source in /customers/5/7/e/retekurdistan.it/httpd.www/wp-content/plugins/media-element-html5-video-and-audio-player/mediaelement-js-wp.php on line 415 Warning: Undefined variable $ogg_source in /customers/5/7/e/retekurdistan.it/httpd.www/wp-content/plugins/media-element-html5-video-and-audio-player/mediaelement-js-wp.php on line 416 Warning: Undefined variable $captions_source in /customers/5/7/e/retekurdistan.it/httpd.www/wp-content/plugins/media-element-html5-video-and-audio-player/mediaelement-js-wp.php on line 417 Warning: Undefined variable $loop_option in /customers/5/7/e/retekurdistan.it/httpd.www/wp-content/plugins/media-element-html5-video-and-audio-player/mediaelement-js-wp.php on line 423 Warning: Undefined variable $mediahtml in /customers/5/7/e/retekurdistan.it/httpd.www/wp-content/plugins/media-element-html5-video-and-audio-player/mediaelement-js-wp.php on line 425

Questa mattina (ieri n.d.r) decine di attivisti del comitato campano di solidarietà con il Kurdistan hanno occupato a scopo dimostrativo l’azienda AgustaWestland di Benevento, una società del gruppo Leonardo-Finmeccanica e quindi una controllata del governo italiano che vende da anni gli elicotteri militari, i micidiali T129, alla Turchia.Un’iniziativa che vuole denunciare la vergogna del commercio di armi verso un regime, quello del presidente Erdogan, sempre più autoritario e dittatoriale, con decine di migliaia di arresti di attivisti, funzionari pubblici, giornalisti e insegnanti solo negli ultimi mesi, la chiusura di centinaia di riviste e associazioni, le violenze e gli assassini soprattutto nei confronti della minoranza curda, a partire dalla guerra sporca nel Kurdistan del Nord con centinaia di civili uccisi solo nell’ultimo anno, l’arresto dei copresidenti e parlamentari del HDP, per finire ai bombardamenti in Siria nel Rojava oltre al sostegno ormai svelato alle bande dell’Isis.

Un commercio sporco di sangue e palesemente illegale, non solo perchè viola il dettato Costituzionale, ma anche la legge 185 del 1990 che vieta espressamente la vendita e perfino il transito di armi verso “paesi in guerra o che non rispettano i diritti umani” e quale migliore definizione delle attuali pratiche dello Stato Turco (membro per altro della Nato)!

L’Italia è di gran lunga il primo esportatore europeo di armi verso la Turchia con quasi il 50% delle vendite complessive… Per questo il disappunto di circostanza del premier Renzi (e della UE) rispetto agli ultimi gravissimi avvenimenti, appare del tutto formale e ipocrita se non viene immediatamente rotta questa complicità a partire naturalmente dalle aziende controllate dal governo. Esattamente questo rivendica l’azione di oggi, nella giornata nazionale di mobilitazione e di solidarietà verso il popolo Curdo e per la liberazione di Abdullah Ocalan.

Basta armare il regime di Erdogan!
Diritti e libertà per il popolo Curdo e per le opposizioni democratiche in Turchia!!

Rete Kurdistan della Campania

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Comunicati

Memet Sıddık Akış, il co-sindaco curdo democraticamente eletto del comune di Colemêrg, è stato arrestato lunedì 3 giugno e sostituito dal governatore di Hakkari....

Turchia

Memet Sıddık Akış, co-sindaco eletto del comune di Hakkari, è stato arrestato questa mattina e sostituito dal governatore di Hakkari. Il fascicolo investigativo utilizzato...

Turchia

La deputata del partito DEM Ceylan Akça-Cupolo chiede un’indagine sullo sfollamento forzato della popolazione di Sur avvenuto dopo la distruzione del quartiere storico. Il...

Turchia

Condanne durissime contro l’Hdp. 42 anni a Demirtas, l’unico in grado di ridare forza e unità alla sinistra turca e curda. Prima del verdetto...