Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Comunicati

İMC TV: La repressione rappresenta un tentativo di creare una società e media univoci

L’Amministrazione di IMC TV ha protestato contro gli attacchi con la seguente dichiarazione: ” La chiusura di IMC TV e di altri canali televisivi e reti radiofoniche è parte di un crescente tentativo autoritario del governo di creare una società e media univoci. IMC TV è tra le società di comunicazione multimediale che sono state chiuse. L’amministrazione del canale ha protestato contro il provvedimento con un comunicato scritto:

“ Il governo ha deciso che il nostro canale , IMC TV, deve essere chiuso secondo il decreto legge emanato nello stato di emergenza. Come ad altri canali televisivi , come ad esempio Hayatın Sesi, TV 10, Van TV, Jiyan TV, Azadi TV, Zarok TV, al nostro canale è stata vietata la trasmissione. La scusa della decisione del governo è che il canale è parte di strutture, iniziative e gruppi che rappresentano una minaccia alla sicurezza nazionale, e che esso viene rilevato appartenere a organizzazioni terroristiche” , afferma il comunicato,  e sottolinea che durante i cinque anni e mezzo di trasmissione non ha mai abbandonato le regole basilari e universali del giornalismo  e ha prodotto notizie oggettive e indipendenti.”

La dichiarazione prosegue:” Questa nostra pratica di trasmissione è in vigore per il governo dell’AKP , così come per il CHP, l’HDP , il MHP e per tutti gli altri partiti non rappresentati in parlamento. Il nostro riflesso giornalistico non è polarizzato ed è allo stesso livello di sensibilità per tutti i luoghi e gruppi, dagli sviluppi a Cizre al disastro di Soma, al terremoto a Van, ad un avvenimento a KaraDeniz , alle discussioni in parlamento agli scontri in piazza.

.
İMC TV ha cercato negli utlimi 5 anni e mezzo di riflettere tutti gli sviluppi che sono nell’interesse di tutti i gruppi sociali in Turchia con un approccio giornalistico.Abbiamo continuato nel nostro giornalismo corretto fino all’ultimo giorno. Dunque , noi respingiamo con risolutezza le accuse illegali che il governo utilizza come scusa per la nostra chiusura, e vede la decisione di chiudere il nostro canale come un grande colpo alla libertà di espressione e alla libertà di stampa.

La chiusura di IMC TV e di altri canali televisivi e radiofonici è parte di un crescente tentativo autoritario del governo di creare una società e media univoci. La chiusura del nostro canale non è solo la violazione della nostra libertà di espressione e libertà di stampa, ma anche una grave violazione al diritto di informazione di milioni di cittadini. Questa pratica è parte delle decisioni attuate dal governo per restringere tutte le libertà dopo il tentativo di colpo di stato del 15 luglio.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Un tribunale turco ha rilasciato sotto controllo giudiziario la famosa avvocatessa Feyza Altun dopo la sua detenzione per la sue affermazioni sulla “sharia”, dopo...

Turchia

Ahmet Türk, il candidato co-sindaco del partito DEM a Mardin, ha chiarito le sue dichiarazioni riguardo al presidente Erdoğan. Ahmet, che ha affermato che...

Turchia

Non viene accolta la richiesta che il curdo, che ancora figura nei verbali parlamentari come “lingua sconosciuta”, diventi la lingua dell’istruzione. I dirigenti delle...

Turchia

ANKARA- Il microfono della deputata del partito DEM Beritan Güneş, che ha parlato in curdo all’Assemblea generale del Parlamento in occasione della Giornata mondiale...