Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Donne

Sara Kaya: Alzate la vostra voce per Nusaybin

MÊRDÎN – La co-sindaca della Municipalità di Nusaybin Sara Kaya ha chiesto alla popolazione di alzare la loro voce per Nusaybin, dove l’assedio è giunto al quinto mese, contro gli attacchi che diventano giorno dopo giorno sempre più pesanti.

Gli attacchi genocidi, che sono diventati più pesanti con il coprifuoco di 24 ore che è stato dichiarato il 14 marzo nel distretto di Nusaybin,è giutno al quinto mese.Pesanti attacchi sono stati messi in atto nella città assediata sin dal primo giorno.Mentre, le forze di Stato hanno iniziato a rompere le porte delle case e a saccheggiare i beni di valore di persone, giovani sono stati arrestati in base ad una lista preparata illegalmente, e che contiene i nomi di centinaia di persone.La co-sindaca della Municipalità di Nusaybin, che è stata con la gente sin dal primo giorno di coprifuoco con il co-sindaco Cengiz Kök, ha fatto delle valutazioni sull’assedio in atto.

Sara ha affermato: “Un coprifuoco di fatto è stato imposto a Nusaybin per almeno un anno; tuttavia abbiamo assistito ai più gravi attacchi dall’ultimo coprifuoco che è stato dichiarato.Sei quartieri sono stati distrutti utilizzando mortai e metodi di attacco di presunto utilizzo di bombe al fosforo.Secondo le nostre indagini effettuate in sei quartieri,fino ad ora quasi 12 mila abitazioni e luoghi di lavoro sono stati bruciati e demoliti.Nel frattempo migliaia di case sono state danneggiate.”

Sara ha osservato che Nusaybin è stata lasciata di fronte a una guerra senza nome.Ha dichiarato che gli attacchi sono continuati in città sebbene le YPS avevano annunciato il loro ritiro il 26 maggio.Sara ha dichiarato: ” “Finora, abbiamo confermato che 54 cadaveri sono stati prelevati dalla città.Tuttavia il governo non ha ancora annunciato i nomi di queste persone.La famiglie hanno aspettato per mesi fuori dagli obitori.Le famiglie vengono torturate in questo modo.Molti corpi sono stati seppelliti senza un nome.Le famiglie ci chiamano e esse dicono che non hanno trovato i corpi dei loro ragazzi, e vogliono andare nei quartieri per trovarli  nonostante tutto.”

Sara ha affermato che le forze dello Stato hanno distrutto le zone boschive, ” I giovani e i ragazzi hanno piantato alberi nel parco Musa Anter”.Questo parco è nel quartiere Devrim dove non ci sono scontri; tuttavia lo hanno trasformato in una strada per lo sradicamento degli alberi.Nel frattempo, gli alberi nel parco Seyhmus Akıncı sono stati sradicati.Hanno distrutto il Centro delle donne Gülşilav nel parco.Noi volevamo da parte dei cittadini che hanno resistito per gli alberi nel parco Gezi parco, che protestassero contro la distruzione degli alberi a Nusaybin;Tuttavia nessuno ha fatto niente.Noi sappiamo che tutti questi attacchi sono contro la nostra lingua , natura e cultura.

La popolazione di Nusaybin si è schierata contro l’ingiustizia in ogni parte del mondo.Come gente di Nusaybin, chiediamo a tutti i popolo di Turchia e nel mondo di alzare la loro voce  adesso per Nusaybin.Invitiamo tutti a Nusaybin, quando il coprifuoco verrà rimosso. Dovranno vedere cosa è successo a Nusaybin con i propri occhi. “

(ekip/dk)

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

L’Associazione per i Diritti Umani è un’organizzazione volontaria per i diritti umani, indipendente dallo Stato, dal governo e dai partiti politici, che osserva le...

Turchia

L’organizzazione provinciale di Qers (Kars) del Partito Dem ha chiesto al comitato elettorale provinciale di annullare le elezioni in città. Il Partito per l’uguaglianza...

Turchia

WAN – Le proteste sono iniziate in tutta la città dopo che Abdullah Zeydan, che ha vinto le elezioni per la carica di co-sindaco...

Turchia

Affermando che il diritto di essere eletto del co-sindaco della municipalità metropolitana di Van, Abdullah Zeydan, è stato usurpato per ordine del ministro della...