Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it
Supporters of ultra-nationalist groups, march with Turkish national flags during a protest against recent Kurdish militant attacks on Turkish security forces, in Istanbul, Turkey, September 8, 2015. REUTERS/Yagiz Karahan

Kurdistan

La sindrome della guerra e la società turca

La stragrande maggioranza della società turca pensa che i suoi ragazzi in Kurdistan stanno “combattendo per la patria”, proprio come gli americani pensavano durante la guerra in Vietnam.Non vede che diventano macchine di morte, e continuano a vivere al fianco di assassini e stupratori.

Diretto da Oliver Stone, “Nato il quattro di luglio” interpretato da Tom Cruise è stato trasmesso nel 1989.Il film ha ottenuto 8 nomination agli Oscar e ha vinto 2 premi Oscar, e ha vinto il premio come miglior film al Golden Globes.Adattato dal romanzo di Ron Kovic, il film racconta la storia di un soldato americano nazionalista mentre egli partecipa alla guerra del Vietnam,uccide i civili, spara accidentalmente ad un amico, si infortuna ed è costretto su una sedia a rotelle, e poi capisce che la guerra sporca è stata condotta per il profitto dei trafficanti d’armi quando comincia a partecipare al movimento contro la guerra.

L’obiettivo principale di “Nato il quattro di luglio” era la sindrome di guerra di centinaia di migliaia di soldati che avevano partecipato “alla difesa della patria” in contrasto con la storia di un particolare soldato.Il film descrive in maniera sconvolgente come la Sindrome del Vietnam dura tutta la vita e interessa tutti i segmenti della società, e ha suscitato un dibattito alla sua uscita.

Il nome del film è diventato controverso perchè la Dichiarazione di indipendenza degli Stati Uniti è stata proclamata il 4 luglio 1776, e il 4 di luglio viene celebrato come il giorno dell’indipendenza del paese.Il film di Oliver Stone ha mostrato che il “Giorno dell’Indipendenza” ha perso il suo significato e le celebrazioni sono state utilizzate per sostenere le politiche espansioniste e militariste, e per trasformare le persone in macchine da guerra.

Gli Stati Uniti hanno perso in Vietnam perchè era sbagliato e illecito,tuttavia i problemi che sono emersi con la guerra sono durati.La sindrome ha continuato ad ossessionare la società degli Stati Uniti anche se la guerra è finita 40 anni fa.Casi di suicidi, attacchi armati e stupri hanno raggiunto il picco dopo la guerra, ed era troppo tardi quando le squadre della morte erano tornate a casa e avevano capito che avevano ucciso la gente per niente.

Il caso delle forze di occupazione in Kurdistan sin dagli anni ’90 non è diverso; la loro sindrome è persino peggiore della sindrome del Vietnam.La maggior parte degli attacchi di isteria che oggi leggiamo sui quotidiani sono tutti correlati alla sindrome di guerra in Kurdistan.La società turca si è abituata a leggere notizie come ad esempio “uomo che ha prestato servizio come commando nel sudest ha avuto un attacco di isteria,ha ucciso la propria moglie,2 bambini ed il padre,prima di commettere suicidio”.Questi casi sono diventato così diffusi che non fanno più nemmeno notizia!

La principale ragione del collasso morale che la Turchia sta affrontando oggi,è la sporca guerra che lo stato turco sta conducendo in Kurdistan.Dal momento che la guerra è sporca, ingiusta e illegittima, le sue conseguenze nella società turca sono suicidi, stupri, molestie, furto e omicidio.La società turca non cambierà mai queste conseguenze fintanto che continua a chiudere un occhio sula realtà in maniera anti-curdo.

Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti recentemente ha rilasciato il suo rapporto sui diritti umani ed ha indicato che 28 soldati, 47 del personale militare e 36 funzionari hanno commesso suicidio in Turchia nel 2015.In totale 111 membri delle forze dello stato hanno commesso suicidio, e questa informazione è stata ricevuta da atti ufficiali dello stato turco.Dobbiamo precisare che i numeri reali sono più alti, e alcuni funzionari dei corpi speciali che hanno commesso suicidio sono raffigurati come se essi fossero morti negli scontri.Pensate che le forze dell’ordine statali che bruciano foreste e distruggono il Kurdistan, torturano corpi morti, che prendono di mira ragazzini donne e uomini e che fanno immorali graffiti sessisti e razzisti sulle case dei civili sono persone sane?

Loro non sono sani,e la loro sindrome diventerà peggiore fintano che la guerra continua e i crimini di questa banda di assassini diventeranno più gravi.Il recente esempio di questa intensificazione di crimini si può vedere a Sur e Nusaybin.aè stato scoperto che 1000 esponenti dei corpi speciali o si sono dimessi o hanno chiesto una nuova e diversa assegnazione per non andare in Kurdistan.

Che ne dite della lettera di quel funzionario dei corpi speciali che dice che “4 battaglioni sono andati distrutti?”.L’Accademia di medicina militare Gülhane è stata segnalata per aver assegnato psichiatri allo scopo di aumentare il morale degli assassini nei guai a Nusaybin.

La stragrande maggioranza della società turca pensa che i suoi ragazzi stanno “combattendo per la patria” in Kurdistan,proprio come gli americani pensavano durante la guerra del Vietnam.Non vedono che stanno diventando macchine di morte, e continuano a vivere accanto agli assassini e agli stupratori.

Questi assassini e stupratori,che torturano persino cadaveri, partecipano alla vita sociale,si sposano, hanno bambini ed appaiono come persone comuni nella vita civile.Vanno a fare shopping,trascorrono tempo con le loro mogli e bambini, e celebrano le festività.

Cosa succede dopo?

Loro torneranno in una bara avvolta dalla bandiera turca dalla sporca guerra che combattono o diventeranno una notizia di tre frasi che inizia con con “Uomo che ha prestato servizio nei corpi speciali di polizia  ha tagliato la moglie e i figli a pezzi prima di suicidarsi”.

La società turca dovrebbe sapere che non c’è una terza alternativa per l’esercito di assassini e stupratori.

 

CAHİT MERVAN

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Memet Sıddık Akış, co-sindaco eletto del comune di Hakkari, è stato arrestato questa mattina e sostituito dal governatore di Hakkari. Il fascicolo investigativo utilizzato...

Turchia

La deputata del partito DEM Ceylan Akça-Cupolo chiede un’indagine sullo sfollamento forzato della popolazione di Sur avvenuto dopo la distruzione del quartiere storico. Il...

Turchia

Condanne durissime contro l’Hdp. 42 anni a Demirtas, l’unico in grado di ridare forza e unità alla sinistra turca e curda. Prima del verdetto...

Turchia

Gültan Kışanak, Ayla Akat Ata, Meryem Adıbelli, Ayşe Yağcı e Sebahat Tuncel sono di nuovo libere. Ma non si sentono veramente libere. Dopo aver...