Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it
Kurdish fighters gesture while carrying their parties' flags in Tel Abyad of Raqqa governorate after they said they took control of the area June 15, 2015. Syrian Kurdish-led forces said they had captured a town at the Turkish border from Islamic State on Monday, driving it away from the frontier in an advance backed by U.S.-led air strikes that has thrust deep into the jihadists' Syria stronghold. The capture of Tel Abyad by the Kurdish YPG and smaller Syrian rebel groups means the Syrian Kurds effectively control some 400 km (250 miles) of the Syrian-Turkish border that has been a conduit for foreign fighters joining Islamic State. Picture taken June 15, 2015. REUTERS/Rodi Said TPX IMAGES OF THE DAY - RTX1GPFR

Iniziative

Cento piazze per il Rojava-Roma

Il 26 gennaio 2015 Kobane è stata liberata dall’occupazione delle milizie del califfato nero dalle Unità di Autodifesa del Popolo curdo.Dopo un anno il Rojava è un territorio unito dove si sperimentano nuove forme di autogoverno e di organizzazione delle comunità ispirate ai principi del confederalismo democratico e del municipalismo libertario. Ma la Regione Autonoma del Rojava non ha alcun riconoscimento internazionale, subisce ancora gli attacchi del Daesh e dell’esercito turco che sconfina e mantiene un ignobile embargo impedendo il transito degli aiuto attraverso il confine turco-siriano.

L’emergenza sanitaria non è ancora cessata e molte altre sono le vittime della pulizia etnica in atto nel kurdistan turco agita e rivendicata da Erdogan, grande alleato della Nato e nuovo gendarme del confine orientale dell’Europa. Per questo è necessario mantenere alto il livello di controinformazione e di solidarietà.

            centopiazze
Insieme ad un popolo che resiste alle milizie fasciste del Daesh, al genocidio ad opera dell’esercito Turco, ai tatticismi complici dell’Europa e agli sporchi interessi delle potenze mondiali che si scontrano in tutto il Medio Oriente devastando interi paesi, saccheggiandone le risorse e provocando l’esodo di milioni di persone

Distribuzione di arance e prodotti etici di S.O.S. Rosarno, dell’agricoltura critica e dell’economia solidale .Raccolta fondi per i progetti di supporto sanitario a Kobane ed alle città sotto assedio del kurdistan Bakur (Turchia).

 

Rete italiana di solidarieta’ con il popolo kurdo e S.O.S. Rosarno

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Iniziative

Venerdì 17 Maggio Ore 10:00: “Noantri curdi de’ Testaccio” al Box del Rione nel Mercato di Testaccio Nell’ anniversario del Centro Socio-Culturale Ararat i...

Iniziative

L’evento ospiterà un dibattito tra Zilan Diyar, giornalista e attivista del movimento delle donne curde e Francesca Patrizi ufficio informazioni del Kurdistan in Italia....

Iniziative

A dieci anni di distanza dalla storica resistenza di Kobane, che ha reso visibile la decennale lotta per la libertà del popolo curdo, la...

Iniziative

La presenza permanente della questione curda in un mondo diviso e ingiusto. Il Kurdistan e i curdi oggi. Partecipano: Antonio Olivieri (Associazione Verso il...