Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Kurdistan

Gli Accademici per la Pace definiti traditori

Il presidente Tayyip Erdoğan e i mezzi di comunicazione di parte hanno definito gli Accademici per la Pace traditori.1.128 accademici da decine di università di Turchia,oltre agli accademici di molti altri paesi,hanno sottoscritto l’appello per la pace.Gli Accademici per Pace ieri hanno tenuto una conferenza stampa per condividere il loro appello allo stato turco per porre fine agli attacchi alle regioni curde.

Gli accademici hanno annunciato che proseguiranno nelle iniziative parlamentari e internazionali fino a quando le loro richieste non saranno soddisfatte.Dopo il comunicato i mezzi di comunicazione vicini all’AKP e il presidente turco Tayyip Erdoğan hanno definito gli Accademici per la Pace come traditori.

Il Consiglio generale dell’educazione (YÖK) ha chiesto un incontro con i rettori e il Consiglio interuniversitario.Dopo l’incontro YÖK ha rilasciato una dichiarazione:”I provvedimenti legali necessari saranno assunti contro la dichiarazione di sostegno al terrore.”

Nel 1984 il leader della giunta militare Kenan Evren aveva preso di mira gli intellettuali che chiedevano democrazia durante il colpo di stato militare.Kenan aveva definito gli intellettuali “traditori”.

Dopo 32 anni il presidente turco Reccep Tayyip Erdoğan ha fatto la stessa dichiarazione affermando:”Questi intellettuali chiedono a persone di altri paesi di seguire la situazione in Turchia.Sono dei traditori.”

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Condanne durissime contro l’Hdp. 42 anni a Demirtas, l’unico in grado di ridare forza e unità alla sinistra turca e curda. Prima del verdetto...

Turchia

Gültan Kışanak, Ayla Akat Ata, Meryem Adıbelli, Ayşe Yağcı e Sebahat Tuncel sono di nuovo libere. Ma non si sentono veramente libere. Dopo aver...

Turchia

Sara Kaya, ex co-sindaco del distretto di Nusaybin a Mardin, è stata rilasciata dal carcere il 9 maggio dopo un lungo periodo di detenzione....

Turchia

Un gruppo di 159 accademici, scrittori, parlamentari e avvocati ha chiesto il rilascio delle persone imprigionate nel processo di Kobanê e ha affermato: “Questo...