Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Kurdistan

Enver Müslim: La vittoria di Kobanê appartiene a tutta l’umanità

Il Presidente del Consiglio esecutivo del cantone di Kobanê ha contraddistinto la giornata mondiale di Kobanê del 1°novembre dichiarando :”Giornata felice per l’umanità mondiale.” Müslim ha affermato che il sangue di giovani di tutte le nazioni si è unito in uno a Kobanê, ed è per questo che la vittoria non appartiene solo alla popolazione di Kobane ma a tutta l’umanità.

Il presidente del Consiglio esecutivo del cantone di Kobanê Enver Müslim ha parlato del 1° novembre che è stato dichiarato giornata mondiale per Kobane lo scorso anno da un certo numero di intellettuali e di istituzioni in solidarietà Kobanê città del Rojava,Kurdistan occidentale,che la lasciato un segno nella storia con la sua eroica resistenza intrapresa contro i tentativi dei gruppi selvaggi di ISIS di occupare la città curda.

Kobanê rappresenta i valori condivisi dell’umanità

Indicando la tradizione del popolo curdo dell’autodifesa e della resistenza,Muslim ha dichiarato:”La nostra gente ha difeso se stessa e ha manifestato la loro volontà Kobanê.Quello che hanno difeso non era semplicemente un pezzo di terra,ma i valori condivisi dell’umanità.Questo perchè il sangue di giovani provenienti da tutte le nazioni si è unito in uno solo a Kobanê,e la vittoria appartiene non solo a noi ma anche a tutta l’umanità.”

La volontà della popolazione deve essere rispettata

Richiamando l’attenzione del presidente turco Recep Tayyip Erdoğan e delle osservazioni del primo ministro che hanno preso di mira il Rojava e il PYD (Partito dell’Unione democratica),Muslim ha ricordato i recenti attacchi che sono stati condotti dall’esercito turco contro le postazioni delle YPG/JPJ a est e a ovest del cantone di Kobane aggiungendo:”Questa è la prima volta che i popoli in Medio Oriente stanno vivendo egualmente con la propria volontà.Tutti devono trattare questa realtà con rispetto e riconoscere questa volontà.”

ANF

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Condanne durissime contro l’Hdp. 42 anni a Demirtas, l’unico in grado di ridare forza e unità alla sinistra turca e curda. Prima del verdetto...

Turchia

Gültan Kışanak, Ayla Akat Ata, Meryem Adıbelli, Ayşe Yağcı e Sebahat Tuncel sono di nuovo libere. Ma non si sentono veramente libere. Dopo aver...

Turchia

Sara Kaya, ex co-sindaco del distretto di Nusaybin a Mardin, è stata rilasciata dal carcere il 9 maggio dopo un lungo periodo di detenzione....

Turchia

Un gruppo di 159 accademici, scrittori, parlamentari e avvocati ha chiesto il rilascio delle persone imprigionate nel processo di Kobanê e ha affermato: “Questo...