Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Diritti umani

Il DTK chiede il boicottaggio delle scuole per il diritto alla madrelingua

Il Congresso della società democratica (DTK) ha rilasciato una dichiarazione riguardante l’uso e l’educazione in madrelingua.Alla conferenza stampa presso l’ufficio del DTK a Diyarbakir hanno partecipato il Partito democratico delle regioni (DBP),la co-presidente dell’HDP (Partito democratico dei popoli)Emine Ayna,i parlamentari Kadri Yıldırım,Feleknas Uca,l’esponente del Consiglio di presidenza Mülkiye Birtane e rappresentanti di molte organizzazioni della società civile.

Una dichiarazione del deputato di Siirt Kadri Yıldırım ha affermato che l’anno scolastico 2015-16 in Turchia è iniziato in una condizione imbarazzante in quanto 20 milioni di studenti curdi sono stati deprivati del diritto ad utilizzare la propria lingua madre.

Ricordando il commento del primo ministro Ahmet Davutoğlu “I curdi adesso si possono lamentare nella loro madrelingua”,Yildirim ha sottolineato che i curdi non desideravano lamentarsi nella loro madrelingua.Ha affermato che questa dichiarazione ha manifestato che i massacri nella regione curda continueranno.

Yıldırım ha proseguito:”Il portavoce dell’AKP Bülent Arınç  sostiene che il curdo non è una lingua della civilizzazione.Eppure, il presidente aveva il Corano tradotto in curdo e l’ha presentato  nelle manifestazioni durante la campagna elettorale.

Sollecitiamo il governo ad abbandonare queste politiche.Se si vogliono basare sull’Islam, devono dare un’occhiata al Corano e vedere che cosa dice a questo proposito “,citando un verso del corano che dice:”Ogni lingua è un verso.Se la madrelingua viene assimilata,anche il Corano viene assimilato.”

Sottolineando che i curdi e gli altri popoli devono essere in grado di usare la loro madrelingua,la dichiarazione del DTK ha invitato la popolazione a boicottare le scuole all’inizio del nuovo anno scolastico il 28 settembre.

ANF

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Diritti umani

Secondo quanto riportato, Pakhshan Azizi attivista socio-politica curda arrestata dalle forze di sicurezza iraniane a Teheran il 4 agosto 2023, è stata privata del...

Turchia

L’Associazione per i diritti umani ha affermato che nei primi sei mesi del 2024 si sono verificate 3.900 violazioni dei diritti nel Kurdistan settentrionale....

Turchia

Ad Amed (Diyarbakir) i sostenitori di Hüda Par stanno diventando sempre più violenti. Il partito islamista, che l’anno scorso è entrato nel parlamento turco...

Diritti umani

ŞIRNEX – Molti edifici storici saranno allagati se verrà completata la costruzione della “diga Cizre” sul fiume Tigri. Il progetto della “Diga di Cizre”...