Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Diritti umani

IHD rilascia il bilancio di guerra di un mese in Turchia

L’Associazione dei diritti umani (IHD) ha rilasciato il bilancio di guerra del periodo dal 21 luglio al 28 agosto che ha visto una intensa ondata di detenzioni, arresti ,attacchi, torture, omicidi ed esecuzioni.

Secondo il rapporto 2,544 persone sono state poste in detenzione negli ultimi 37 giorni e di essi 338 sono stati posti in custodia cautelare.Gli scontri armati durante il periodo citato hanno provocato la morte di 38 guerriglieri e di 92 membri delle forze di sicurezza-polizia e soldati-e durante questo periodo 47 civili sono stati uccisi.

Secondo i dati forniti dal rapporto 144 manifestazioni di massa sono state represse e 2.544 persone sono state poste in detenzione,inclusi 11 ragazzini e 5 osservatori /giornalisti stranieri.Il rapporto ha rivelato che dei 2,544 detenuti,136 sono accusati di appartenenza  a ISIS,22 a strutture parallele e i rimanenti alla KCK/PKK,altri a organizzazioni di sinistra.

Sottolineando che quasi tutti i detenuti hanno subito maltrattamenti e torture,il rapporto di IHD ha confermato che 198 persone sono state poste in detenzione con ferite gravi,10 bambini sono stati elencati tra quelli in custodia cautelare.La manifestazione del Blocco della Pace,la manifestazione della pace a Diyarbakir e la festa di Eruh a Siirt sono state vietate in questo periodo.

130 persone,inclusi 12 ragazzini,sono rimasti feriti a seguito durante le operazioni e interventi e attacchi nei confronti di manifestazioni e raduni di massa. IHD ha osservato che i dati possono
essere più alti in quanto vi sono state altre persone che non hanno avuto l’opportunità,o gli è stato impedito di essere ricoverati.

Il rapporto ha anche affermato che due poliziotti sono stati uccisi nelle loro abitazioni a Ceylanpinar distretto di Urfa,il comandante della gendarmeria Arslan Kulaksız è stato ucciso a Malazgirt distretto di Mus,e a Konya esponenti di ISIS hanno attaccato la popolazione che protestava per il massacro di Suruç così come case ed automobili.

I guerriglieri hanno arrestato 24 persone,compresi due poliziotti,un soldato,un’esponente dell’Assemblea generale dell’AKP,un dipendente dell’ufficio delle dogane di Kapıköy  nel distretto di Sayay di Van-di cui uno rilasciato successivamente-tre lavoratori della sanità a Erzurum,-tutti rilasciati successivamente-10 impiegati dell’ufficio doganale di Üzümlü neldistretto di Çukurca ad Hakkari, 45 lavoratori in tre siti di costruzioni-tutti sono stati rilasciati successivamente.

IHD ha elencato i 47 civili hanno perso la vita durante questo periodo come segue;

Il membro di Halk Cephesi (Fronte popolare) Günay Özarslan a Bağcılar distretto di Istanbul.

L’11 enne Beytullah Aydın a Amed

Abdullah Özdal a Cizre distretto di Sirnak

Abdulkadir Aslan a Mardin

Bülent Güngör a Mersin

Seyithan Dede a Mardin

Hasan Nere a Cizre distretto di Sirnak

Osman Çaran, İbrahim Turan a Cinar distretto di Cizre

Sezai Yaşar, Ahmet Yaşar, Mirzettin Göktürk ad Ağrı

Sahip Akıl  a Cizre distretto di Sirnak

Hamdin Ulaş, Mehmet Hıdır Tanboğa e Kamuran Bilin a Silopi distretto di Sirnak

8 civili a Zergelê

Orhan Aslan (16) a Emrah Aydemir (15) a Diyadin distretto di Ağrı

Fahrettin Budak a Amed

Havzullah Doğan a nusaybin distretto di Mardin

Rahmi Kızıltaş e Abdullah Toprak a Varto distretto di Mus

Ömer Cinkılıç a  Bitlis

Serhat Bilen, Hanife Durak, Veysi Toraman a Silvan distretto di Amed

Fırat Elma (17) Esenler  distetto di Istanbul

Cebbar Acara Idil distretto di Sirnak

Ali Akpınar a Mardin

Una persona non identificata nel quartiere Sur di Amed (età di circa 20 anni e presumibilmente  cittadino siriano)

Fettah Es e tre persone non identificate nel distretto di Yüksekova ad Hakkari

Eyüp Ergen, Baran Cagli (7), Emin Yanas (10), Mesut Sanrı (28) nel distretto di Cizre  a Şırnak

Bahri Külter a Şırnak

Erhan Tanrıkulu (28) nel distretto di Doğubayazıt ad Agri

Scontri armati /mine e gli attacchi con esplosivi

Mentre 166 poliziotti e soldati sono rimasti feriti,92 poliziotti e soldati,un guardiano dei villaggi e 38 guerriglieri delle HPG hanno perso la loro vita,un civile è stato segnalato per essere stato ucciso e altri 34 sono rimasti feriti nel corso di questi conflitti tra le due parti.

Alcuni tentativi di linciaggio si sono verificati nelle province e in alcuni distretti a Giresun, Ordu, Antalya, Eskişehir, Erzurum, Düzce, Ankara, Burdur, Bursa, Antalya e Konya .

Oltre un centinaio di aree in un certo numero di città nella regione curda, come Siirt, Sirnak, Dersim, Ağrı, Antep, Kars, Amed, Hakkari, Dersim, sono state dichiarate ‘zone di sicurezza’ in linea con le decisioni prese dal Consiglio dei ministri e dai governatori.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Memet Sıddık Akış, co-sindaco eletto del comune di Hakkari, è stato arrestato questa mattina e sostituito dal governatore di Hakkari. Il fascicolo investigativo utilizzato...

Turchia

La deputata del partito DEM Ceylan Akça-Cupolo chiede un’indagine sullo sfollamento forzato della popolazione di Sur avvenuto dopo la distruzione del quartiere storico. Il...

Turchia

Condanne durissime contro l’Hdp. 42 anni a Demirtas, l’unico in grado di ridare forza e unità alla sinistra turca e curda. Prima del verdetto...

Turchia

Gültan Kışanak, Ayla Akat Ata, Meryem Adıbelli, Ayşe Yağcı e Sebahat Tuncel sono di nuovo libere. Ma non si sentono veramente libere. Dopo aver...