Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Kurdistan

Quelle che Erdoğan aveva definito come “forniture alimentari”si sono rivelate essere armi

Il quotidiano turco Cumhuriyet ha diffuso delle riprese sulle armi che il MIT (Agenzia turca di intelligence) ha trasportato dalla Turchia in Siria.Il quotidiano è adesso è sotto inchiesta conl’accusa di “terrorismo”.

Il quotidiano ha diffuso riprese di armi,granate di mortaio,e munizioni mentre venivano trasportate attraverso camion del MIT dalla Turchia in Siria il 19 gennaio 2014.Secondo l’articolo di ieri durante i controlli sono state scoperte 1000 granate di mortaio,1000 granate per cannoni,5000 munizioni per mitragliatrici e 30.000 mitragliatrici pesanti.

Il primo ministro Recep Tayyip Erdoğan aveva affermato che i camion stavano trasportando non armi ma forniture di cibo.Altri esponenti governativi avevano fatto dichiarazioni simili ed avevano argomentato che i camion stavano trasportando aiuti umanitari ai turcomanni in Iraq e Siria.Tuttavia queste affermazioni sono state smentite successivamente dal Fronte turcomanno in Iraq.

Il 16 Maggio il candidato dell’AKP Yasin Aktay ha ammesso il trasporto delle armi in Siria ma ha sostenuto che erano state inviate all’Esercito libero siriano.

Accuse di terrorismo per il servizio

Il quotidiano Cumhuriyet è ora sotto inchiesta per “terrorismo”per aver diffuso il filmato dei controlli del camion che è stato registrato il 19 gennaio.Quasi 15 pubblici ministeri e funzionari della gendarmeria coinvolti nei controlli sono stati tutti arrestati con l’accusa di cospirazione contro lo stato.

ANF

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Condanne durissime contro l’Hdp. 42 anni a Demirtas, l’unico in grado di ridare forza e unità alla sinistra turca e curda. Prima del verdetto...

Turchia

Gültan Kışanak, Ayla Akat Ata, Meryem Adıbelli, Ayşe Yağcı e Sebahat Tuncel sono di nuovo libere. Ma non si sentono veramente libere. Dopo aver...

Turchia

Sara Kaya, ex co-sindaco del distretto di Nusaybin a Mardin, è stata rilasciata dal carcere il 9 maggio dopo un lungo periodo di detenzione....

Turchia

Un gruppo di 159 accademici, scrittori, parlamentari e avvocati ha chiesto il rilascio delle persone imprigionate nel processo di Kobanê e ha affermato: “Questo...