Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Comunicati

Chi ha paura del sito di Retekurdistan?

Ieri 8 maggio 2015 il sito web della Rete Kurdistan, cui fanno riferimento diverse reti di solidarietà con il popolo kurdo in Italia, è stato oggetto di un attacco di hacker inneggianti ai famigerati “Lupi Grigi”,fascisti turchi legati al Partito MHP, sostenitori dell’ISIS e protagonisti negli anni di ripetuti attentati, aggressioni di militanti kurdi e uccisioni.

Al posto della normale schermata, il sito il cui contenuto restava annerito mostrava i simboli dei lupi grigi, un testo in lingua turca di insulti e minacce, accompagnato da un noto inno nazionalista.

Dopo la regolare segnalazione alla polizia postale, il sito verrà al più presto ripristinato. L’attacco sembrerebbe realizzato da professionisti.

In ogni caso, le minacce e i tentativi di intimidazione non impediranno alla Rete Kurdistan di proseguire con il proprio impegno di solidarietà, non possono fermare la solidarietà internazionalista come non fermano la resistenza del popolo kurdo.

Con il popolo kurdo!
Con il Rojava!
Con Kobane!
Contro il fascismo, per la civiltà!

Roma, Brescia, Cagliari, 9 maggio 2015
Rete italiana di solidarietà con il popolo kurdo

Per info e contatti: info@retekurdistan.it 3332384701

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Comunicati

Il 15 Febbraio 2024 segna il venticinquesimo anniversario del rapimento di Abdullah Öcalan, catturato a Nairobi, in Kenya, a compimento di un complotto internazionale...

Comunicati

Questa mattina il regime iraniano ha giustiziato i prigionieri politici curdi Mohsen Mazloum, Mohammad Faramarzi, Vafa Azarbar e Pejman Fatehi. Con l’ultima ondata di...

Comunicati

Lo Stato turco attacca il Rojava [Kurdistan occidentale/Siria settentrionale] dal 13 gennaio 2024 nell’ambito dei suoi piani genocidi e continua questi attacchi da 4...

Comunicati

Tra il 2013 e il 2015, 10 milioni e 300 mila persone nel mondo hanno sottoscritto un appello internazionale che chiedeva la libertà per Abdullah...