Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Comunicati

Il KCK offre condoglianze al popolo di Soma

Il Consiglio Direttivo del KCK( Unione delle Comunità del Kurdistan )ha emesso un messaggio di cordoglio a seguito del disastro della miniera di Soma .Il KCK ha descritto il disastro come un’omicidio, dichiarando: ” Come  Movimento di liberazione curdo e del popolo curdo siamo con voi e condividamo il vostro dolore “

La dichiarazione del KCK ha prosegue: “La Turchia è ora nella situazione di un paese con una manodopera a basso costo e nessuna sicurezza sul lavoro.Ha il carattere della versione del 21° secolo dei sistemi schiavistici storici che esistevano in Sumeria e in Egitto.

Sottolineando che la morte di centinaia di minatori non è un incidente , ma un omicidio ,il KCK ha dichiarato: ” In Turchia la cosa importante non è la sicurezza nei luoghi di lavoro , ma la produzione a costi inferiori . Non è solo una questione di manodopera a basso costo ,ma di puntare ad arricchirsi rapidamente attraverso il raggiungimento del massimo profitto . Questo sfruttamento è evidente in tutti i luoghi di lavoro in Turchia ,e non solo nelle miniere . “

Il KCK ha sottolineato che ” Questi omicidi sono il prodotto della industrializzazione , che è la più grande minaccia per l’umanità . L’unico modo per impedire tali massacri è di passare ad un sistema economico comune basato sull’ eco-industria”.

La dichiarazione KCK si conclude con un appello ai popoli della Turchia a partecipare a una lotta comune per la democrazia radicale basato sul confederalismo democratico, al fine di creare una vita economica e sociale in in cui l’eco-industria democratica comune è dominante.

Firat news

Traduzione a cura della Redazione di Retekurdistan

 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Condanne durissime contro l’Hdp. 42 anni a Demirtas, l’unico in grado di ridare forza e unità alla sinistra turca e curda. Prima del verdetto...

Turchia

Gültan Kışanak, Ayla Akat Ata, Meryem Adıbelli, Ayşe Yağcı e Sebahat Tuncel sono di nuovo libere. Ma non si sentono veramente libere. Dopo aver...

Turchia

Sara Kaya, ex co-sindaco del distretto di Nusaybin a Mardin, è stata rilasciata dal carcere il 9 maggio dopo un lungo periodo di detenzione....

Turchia

Un gruppo di 159 accademici, scrittori, parlamentari e avvocati ha chiesto il rilascio delle persone imprigionate nel processo di Kobanê e ha affermato: “Questo...