Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Kurdistan

The Guardian pubblica una lettera di Öcalan

NEWS CENTER (DİHA) – La lettera inviata dal  leader del Partito dei lavoratori del Kurdistan (PKK), Abdullah Öcalan  oggi e’ stata pubblicata dal quotidiano noto in tutto il mondo The Guardian.La lettera è stata scritta da Ocalan con il titolo di “Il mio vero ruolo nella lotta di curdi per la libertà”.

Nella lettera Ocalan scrive: “Scrivo in risposta ad un editoriale pubblicato nel vostro giornale, in occasione della morte di Nelson Mandela (5 dicembre).L’articolo ha richiamato paragoni tra Mandela, Nehru, Aung San Suu Kyi e me.Questi confronti smentendo una mentalità egemonica, presentano una mancanza di comprensione di quelle realta’ che affrontano la lotta per la libertà.

Descrivendomi come temuto e adorato,percepisco ostilità nei confronti di coloro i quali sono costretti a fare affidamento sulla loro fiducia in se stessi nella loro lotta contro la schiavitù,i massacri e le politiche di negazione.

Sin da quando io sono stato incarcerato in condizioni di isolamento su un’isola per gli ultimi 14 anni,è difficile vedere come posso essere credibilmente descritto come una fonte di paura per chiunque eccetto forse i miei rapitori.

Tale descrizione sminuisce i quattro decenni di lotta per la libertà dei 40 milioni di curdi,che mi vedono come rappresentare della loro volontà e che hanno riposto la loro fiducia nei miei sforzi per raggiungere una soluzione pacifica e democratica della questione curda.

A questo proposito, posso dire in tutta modestia, che il caro Madiba ed io abbiamo  più analogie di contrasti.È riuscito a porre fine al regime di apartheid come un leader nel quale il popolo del Sud Africa aveva riposto la propria fiducia nel suo impegno per la pace.

Lui è diventato una stella luminosa per i popoli dell’Africa.La nostra missione storica è quello di garantire sempre la brillantezza di questa stella per i popoli del Medio Oriente.

La negoziazione e lotta sono entrambi processi importanti nel determinare il futuro dei movimenti dei popoli.Non è chi si temuto, ma piuttosto coloro i quali hanno la fiducia del loro popolo, che possono portare tali processi.

Abdullah Öcalan

Sull’isola carcere di Imrali

21.01.2014

Traduzione a cura della redazione di Retekurdistan

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Memet Sıddık Akış, co-sindaco eletto del comune di Hakkari, è stato arrestato questa mattina e sostituito dal governatore di Hakkari. Il fascicolo investigativo utilizzato...

Turchia

La deputata del partito DEM Ceylan Akça-Cupolo chiede un’indagine sullo sfollamento forzato della popolazione di Sur avvenuto dopo la distruzione del quartiere storico. Il...

Libertà per Öcalan

La campagna “Libertà per Öcalan: Una soluzione politica alla questione curda” chiede al Comitato europeo per la prevenzione della tortura o dei trattamenti degradanti...

Turchia

Condanne durissime contro l’Hdp. 42 anni a Demirtas, l’unico in grado di ridare forza e unità alla sinistra turca e curda. Prima del verdetto...