Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Retekurdistan.it | 12 dicembre 2019

Seleziona una pagina:
Scroll to top

Top

Nessun commento

Rivitalizzazione di IS in Siria del nord e dell’est

Rivitalizzazione di IS in Siria del nord e dell’est

11 agosto 2019


Cellule dormienti di IS commettono quotidianamente attentato in Siria del nord e dell’est. Anche il Pentagono fa notare il pericolo. Secondo quanto riferito dalle locali forze di sicurezza gli islamisti ricevono istruzioni dalla Turchia.In parallelo alla minacciata invasione della Siria del nord e dell’est da parte dello Stato turco, si osserva un rapido aumento delle attività di „Stato Islamico“ nella regione. Cellule dormienti nei giorni scorsi hanno commesso diversi attentati. Mercoledì tre bambini sono stati uccisi davanti a una scuola femminile a Tirbespiyê. A Qamişlo è stata catturata un’attentatrice suicida.

Questo pericolo viene indicato anche da un rapporto del Pentagono al Congresso USA. Nel rapporto si parla di una rivitalizzazione di IS in Siria. L’organizzazione islamista avrebbe iniziato a formare „gruppi nuovi“ nel Paese.

Le forze di sicurezza della Siria del nord e dell’est insieme alle YPG/YPJ e FDS nell’ambito di operazioni anti-terrorismo hanno potuto impedire diversi attentati. Sono stati catturati diversi seguaci di IS, sequestrate armi e esplosivo. Le operazioni contro cellule dormienti di IS sono in corso.

Le „Forze della Sicurezza Interna“ in Siria del nord e dell’est registrano in parallelo alle minacce di occupazione del regime turco, un chiaro aumento delle attività di IS. Come ha comunicato a ANF un collaboratore del centro operativo delle forze di sicurezza, molti degli islamisti catturati hanno ammesso di lavorare per IS. Le loro istruzioni arriverebbero da membri di IS in Turchia o nelle zone occupate dalla Turchia in Siria del nord.

Bilancio della scorsa settimana

Nel corso della settimana passata si sono verificati i seguenti attentati e operazioni:

7 agosto: un’attentatrice suicida ventenne viene catturata a Qamişlo da unità anti-terrorismo delle FDS. Progettava un attentato per la festa del sacrificio.

7 agosto: a Tirbespiyê presso Qamişlo muoiono tre bambini in un attentato dinamitardo davanti a una scuola femminile. Altre due persone restano ferite.

7 agosto: a Şedadê presso Hesekê esplode una carica esplosiva al passaggio di una macchina per l’edilizia.

7 agosto: nel villaggio Raşidin al passaggio di un veicolo civile esplode una mina.

6 agosto: in un’operazione contro cellule dormienti di IS a Şedadê a sud di Hesekê vengono catturati tre membri di IS, sequestrate armi e esplosivi.

6 agosto: a Serêkaniyê, uno dei primi possibili obiettivi di attacchi dello Stato turco nel caso di un’invasione militare, le forze di sicurezza riescono a impedire un attentato con un’autobotte carica di esplosivo.

6 agosto: a Serêkaniyê viene neutralizzata un’altra autobomba.

4 agosto: unità speciali delle YPG durante un’operazione contro IS a Hesekê sequestrano armi e esplosivi.

4 agosto: nel quartiere Mişefre esplode una motocicletta carica di esplosivo creando danni materiali.

4 agosto: a Hesekê una persona perde la vita in un attentato dinamitardo.

4 agosto: nel quartiere residenziale Weran a Hesekê un bambini viene leggermente ferito nell’esplosione di una bomba.

3 agosto: a Şedadê esplode una carica esplosiva fissata a una motocicletta nei pressi della stazione degli autobus. Nell’esplosione restano leggermente ferite due persone.

1 agosto: il consiglio militare di Hesekê arresta venti membri di IS e sequestra un gran numero di armi.

1 agosto: leggeri danni materiali a Tabqa nell’esplosione di una carica esplosiva nei pressi di un ente ufficiale.

31. Juli: a Mergedê presso Şedadê esplode una motocicletta carica di esplosivo al passaggio di un veicolo civile, creando danno materiali.

30 luglio: il consiglio militare di Deir ez-Zor cattura otto membri di IS in un’operazione contro cellule dormienti in una zona rurale a sud della città. Viene sequestrato un gran numero di armi.

29 luglio: nell’esplosione di una carica esplosiva nel villaggio Seeda presso Mergedê restano feriti un civile e 13 combattenti delle forze di autodifesa.

Fake-Video diffusi dall’agenzia stampa statale turca AA

In contemporanea all’aumento delle attività di IS l’agenzia stampa Anadolu Ajansi (AA) filo-governativa e altri media mainstream diffondono fake-video. Nei video si vedono miliziani di Ahrar’ul Shab fondato dallo Stato turco con indumenti delle FDS o delle YPG che maltrattano civili. Con questi video si vuole creare un clima contrario alla regione autonoma in Siria del nord e dell’est.

Attività di IS in Kurdistan del sud

Anche in Kurdistan del sud che la Turchia vorrebbe occupare, si registra un aumento delle attività di IS. Sono colpite in particolare la regione di Şengal, Mexmûr, Kerkûk e Germiyan. Le forze di resistenza di Şengal (YBŞ/YJŞ) l’11 luglio insieme all’esercito iracheno hanno iniziato un’operazione contro IS nella regione.

Fonte: Yeni Özgür Politika/ANF


Inserisci un commento