Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Retekurdistan.it | 19 ottobre 2019

Seleziona una pagina:
Scroll to top

Top

Nessun commento

Manifestazione per Hasankeyf a Istanbul

Manifestazione per Hasankeyf a Istanbul

18 giugno 2019


In una manifestazione per la salvaguardia di Hasankeyf a Istanbul, Presidente dell’HDP Sezai Temelli ha invitato a votare per la protezione „delle nostre città, della nostra natura e del nostro futuro“ nelle elezioni di domenica.A Istanbul si è svolta una manifestazione per salvare Hasankeyf (curdo: Heskîf). Alla manifestazione organizzata dal coordinamento di Istanbul per Hasankeyf nel quartiere Fatih contro la minaccia di allegamento a causa della diga di Ilisu, oltre a molte persone, ha partecipato anche il Presidente HDP Sezai Temelli e i deputati Mehmet Rüştü Tiryaki, Tülay Hatimoğulları e Semra Güzel.

Per primo ha preso la parola il deputato HDP di Batman, Mehmet Güçlü Tiryaki, e ha dichiarato che il governo e l’ente culturale di Istanbul hanno distrutto „la città più bella del mondo“. Su Hasankeyf ha detto: „Hasankeyf ha una storia di dodicimila anni. È un insediamento nel quale hanno vissuto 480 generazioni di persone. In questo periodo la città una volta ha subito un grande anno, ma nemmeno durante l’invasione dei mongoli è stata toccata la struttura storica e culturale. Dopo 480 generazioni, ora siamo di fronte alla minaccia di una terribile distruzione. Per una centrale elettrica, che non esisterà nemmeno per cinquant’anni, si vuole allagare un insediamento di dodicimila anni. Nessuno ne ricava qualcosa. Hasankeyf già ora è circondata dal cemento, ma non è ancora troppo tardi. Tutti insieme possiamo fermare l’allagamento prima che vengano chiuse le paratie della diga. Abbiamo giurato di salvare Hasankeyf.“

Poi è intervenuto il co-Presidente del partito Sezai Temelli e ha inviato a fare in modo che nelle elezioni del sindaco di Istanbul il 23 giugno si faccia in modo che „siano protette dall’AKP le nostre città, al nostra natura e il nostro futuro“. „L’AKP non governa le nostre città, le distrugge. La struttura storica e culturale delle nostre città è minacciata dall’AKP“, ha affermato Temelli e ha sottolineato che la Turchia non ha un tale fabbisogno di energia da giustificare la distruzione di Hasankeyf: „Per questo le elezioni del 23 giugno sono un’opportunità critica. Impegniamoci insieme in queste elezioni per le nostre città e i nostri figli. Hasankeyf non deve essere allagata, l’AKP deve affondare!“

„AKP vuole rendersi popolare tra i curdi

A domande dei giornalisti sulla campagna elettorale dell’HDP il Presidente del partito dopo la manifestazione ha risposto: „Abbiamo notato che nelle elezioni del 31 marzo circa 220.000 nostri elettori e nostre elettrici non hanno fatto uso del loro diritto di voto. Abbiamo analizzato le cause e stiamo lavorando di conseguenza per rendere possibile che tutte e tutti si rechino alle urne. L’HDP non è solo il partito dei curdi, ha anche un elettorato di sinistra, socialista, democratico. A loro voglio appellarmi in questa sede: domenica si tratta di un referendum sulla democrazia. Per questo tutte e tutti gli aventi diritto devono andare a votare.“

Temelli inoltre ha parlato del duello di ieri in TV tra i candidati sindaci di CHP e AKP. L’AKP in questo momento sarebbe impegnato a conquistare il favore dei curdi: „Il 31 marzo siamo stati insultati e scacciati. Questo i nostri elettori non lo hanno dimenticato. Il popolo curdo è curdo, non di origine curda. Questo ormai dovrebbero capirlo tutti. Parlare di radici curde e pronunciare qualche parla in curdo, non servirà a nessuno. Questo governo è al potere da 17 anni. Negli ultimi cinque anni ha isolato l’intera Turchia. E a un paio di giorni dalle elezioni vogliono rendersi popolari tra i curdi. Gli elettori non ci cascheranno.“

Fonte: ANF


Inserisci un commento