Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Kurdistan

L’ordine per l’attentato di Qamişlo arrivava dalla Turchia

Terroristi di IS in carcere in Siria del nord hanno dichiarato di aver ricevuto dalla Turchia gli ordini per l’attentato dinamitardo a Qamişlo nel quale sono rimasti uccisi cinque civili e altri 41 sono rimasti feriti.

Con l’attacco dello Stato turco e delle sue milizie dello „Esercito Nazionale Siriano” (ENS) composte in parte da jihadisti, contro il Rojava, sono state mobilitate anche cellule dormienti di IS in Siria del nord. Due giorni dopo l’inizio dell’invasione turca il cosiddetto Stato Islamico (IS) ha commesso attentati dinamitardi a Qamişlo nei quali sono stati uccisi cinque civili e altri 41 sono rimasti feriti. Le forze della sicurezza interna hanno potuto arrestare gli attentatori. Corrispondenti dell’agenzia stampa ANHA hanno avuto la possibilità di parlare con i terroristi di IS.

La cellula era composta da quattro persone

La cellula di quattro componenti che ha piazzato un’autobomba sulla via Wahda, sarebbe stata guidata dallo jihadista Abu-Mohammed al-Iraqi. Altri membri erano Ahmed Jasim al-Mustafa, Udey Radi al-Abbas e Omar Jasim al-Ahmed.

L’ordine per il massacro è arrivato dalla Turchia

I membri della cellula, indipendentemente l’uno dall’altro, hanno riferito che l’ordien del massacro è arrivato dal leader di IS Abu Hassan al-Tirki residente in Turchia. Si trattava di sconvolgere la sicurezza della regione dall’interno, in parallelo con l’invasione turca.

Piano concepito il 9 ottobre

I terroristi riferiscono di aver iniziato la pianificazione del massacro il 9 ottobre, inizio dell’invasione turca. Avrebbero acquistato in un villaggio nei pressi di Tirbespiyê due motociclette e una vettura color argento e con questi si sarebbero recati a Qamişlo passando per i villaggi. Nel quartiere Suryani, a sud di Qamişlo, avrebbero riempito i veicoli di esplosivo.

Civili nel mirino

Inoltre hanno dichiarato di aver progettato di piazzare le bombe nel mercato di Qamişlo e sull’incrocio Sonî. Tuttavia le forze della sicurezza interna lì avevano vietato il parcheggio. Per questo sarebbero stati costretti a modificare i loro piani e avrebbero deviato verso l’animata via El-Wehde. Dopo l’attentato avrebbero innescato la bomba davanti alla scuola Qadisiye. L’intera cellula è stata arrestata dalle forze della sicurezza interna.

Fonte: ANF

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Condanne durissime contro l’Hdp. 42 anni a Demirtas, l’unico in grado di ridare forza e unità alla sinistra turca e curda. Prima del verdetto...

Turchia

Gültan Kışanak, Ayla Akat Ata, Meryem Adıbelli, Ayşe Yağcı e Sebahat Tuncel sono di nuovo libere. Ma non si sentono veramente libere. Dopo aver...

Turchia

Sara Kaya, ex co-sindaco del distretto di Nusaybin a Mardin, è stata rilasciata dal carcere il 9 maggio dopo un lungo periodo di detenzione....

Turchia

Un gruppo di 159 accademici, scrittori, parlamentari e avvocati ha chiesto il rilascio delle persone imprigionate nel processo di Kobanê e ha affermato: “Questo...