Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Turchia

L’Associazione dei diritti umani annuncia la violazione dei diritti del 2018

L’Associazione dei diritti umani(IHD) ha annunciato il rapporto sulla violazione dei diritti del 2018. Secondo il rapporto, il diritto alla vita di 673 persone, compresi 32 bambini, è stato violato. Migliaia di casi di tortura e di maltrattamenti si sono verificati durante l’anno, mentre più di un migliaio di persone sono state arrestate nel costesto della cosìdetta politica genocida.

L’Associazione dei diritti umani( IHD) ha tenuto una conferenza stampa nella sede di Ankara. I punti salienti del rapporto sono stati letti dal presidente di IHD Öztürk Türkdoğan.

Türkdoğan ha affermato che si sono state molte violazioni in Turchia durante il 2018 e ha aggiunto che il governo ha bisogno di adottare provvedimenti urgenti a questo riguardo. Un nuovo dibattito costituzionale deve essere portato nell’agenda- ha affermato. Deve essere promosso un nuovo processo di pace. Tutto questo può essere avviato con l’abolizione dell’isolamento del Sig. Abdullah Öcalan ad İmralı.”

Alcui puti salienti del rapporto comprendono: 4 mila e 513 casi di tortura, di maltrattamenti e di trattamento degradante, almeno 10.000 persone sono state poste in detenzione e 1,107 sono state arrestate in tutto l’arco del 2018.

23 morti sospette in prigione

* Sette persone sono morte e 26 persone sono rimaste ferite dopo essere state colpite da veicoli blindati delle forze di sicurezza.

* Almeno 23 persone sono morte in modo sospetto in carcere. Almeno 5 persone, una delle quali un donna, hanno perso la vita in modo sospetto durante la detenzione.

Morti in conflitto

* Nei primi 11 mesi del 2018, 20 persone hanno perso la vita e 15 persone sono rimaste ferite a causa di esecuzioni extragiudiziali commesse dalle forze dell’ordine, per aver disobbedito alla richiesta di stop, o per essere stati colpito casualmente da loro dal fuoco.

*502 persone in totale hanno perso la loro vita in conflitti armati,107 di essi erano delle forze di sicurezza, 391 militanti e 4 erano civili.

2.719 persone torturate, maltrattate

* 2 mila 719 persone in totale sono state soggette a tortura e maltrattamento in tutto il 2018. Mentre 356 di queste persone sono state soggette a pestaggi o a simili trattamenti in detenzione, 246 di loro hanno sperimentato un simile trattamento fuori dai centri di detenzione.2 mila e 598 di queste persone sono state torturate o maltrattate durante incontri e manifestazioni dove è intervenuta la polizia.

* Nelle denunce presentate dai detenuti in prigione, 1,149 persone hanno dichiarato che sono state soggette a tortura e maltrattamento. 160 altre persone hanno indicato che essi sono stati torturati a causa dell’imposizione di diventare agenti.

458 detenuti gravemente malati

* Secondo gli ultimi dati forniti da IHD il 7 aprile 2019, ci sono 458 detenuti gravemente malati nelle caceri di Turchia.

* In 86 carceri, ci sono oltre 3.000 detenuti che sono in sciopero della fame con la richiesta che l’isolamento imposto al leader incarcerato del Partito dei Lavoratori del Kurdistan( PKK) Öcalan cessi.

10 persone sono morte durante il servizio militare obbligatorio

* 10 persone sono morte in circostanze sospette mentre prestavano il servizio militare obbligatorio.

1,923 morti collegate al lavoro

* Secondo i dati diffusi dall’Assemblea della sicurezza occupazionale e della salute dei lavoratori (İSİG) , 1,923 persone hanno perso la loro vita in incidenti/omicidi lavorativi in tutto il 2018.

Nessun diritto di asilo per 4 milioni di rifugiati

* A dicembre 2018 secondo i dati ufficiali ci sono 3,5 milioni di rifugiati in Turchia. Tuttavia è stimato che il dato attuale è nei fatti di 4 milioni. Anche se queste persone hanno vissuto in Turchia per più di sette anni, hanno ancora lo “status di protezione temporanea”. Essi non possono ottenere il diritto di asilo politico.

* Altri diritti e servizi si concentrano prevalentemente sui rifugiati dalla Siria; circa 365 mila rifugiati provengono da Afghanistan, Iran e dai Paesi Africani sono ignorati.

 

ANF

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Memet Sıddık Akış, co-sindaco eletto del comune di Hakkari, è stato arrestato questa mattina e sostituito dal governatore di Hakkari. Il fascicolo investigativo utilizzato...

Turchia

La deputata del partito DEM Ceylan Akça-Cupolo chiede un’indagine sullo sfollamento forzato della popolazione di Sur avvenuto dopo la distruzione del quartiere storico. Il...

Turchia

Condanne durissime contro l’Hdp. 42 anni a Demirtas, l’unico in grado di ridare forza e unità alla sinistra turca e curda. Prima del verdetto...

Turchia

Gültan Kışanak, Ayla Akat Ata, Meryem Adıbelli, Ayşe Yağcı e Sebahat Tuncel sono di nuovo libere. Ma non si sentono veramente libere. Dopo aver...