Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Diritti umani

Donna stuprata da poliziotti a Istanbul

A Istanbul una donna è stata stuprata da due poliziotti. Il Consiglio delle Donne dell’HDP invita il Ministro degli Interni a dimettersi. A Istanbul una donna è stata stuprata da due poliziotti nella loro vettura di servizio. La 27enne era su un taxi che è stato fermato durante un controllo. I poliziotti hanno invitati la donna originaria dell’Uzbekistan a spostarsi nella loro auto. Nella vettura della polizia è stata trattenuta per quattro ore e stuprata. Inoltre i poliziotti le hanno tolto 1.400 TL (ca. 230 Euro). Quando dopo essere stata liberata voleva sporgere denuncia, nella stazione di polizia inizialmente è stata respinta. Solo grazie alla sua perseveranza alla fine è stata avviata un’indagine contro i poliziotti.

Non è un caso isolato

Dopo che l’evento è diventato noto, il Consiglio delle Donne del Partito Democratico dei Popoli (HDP) ha rilasciato una dichiarazione nella quale il Ministro degli Interni viene invitato a dimettersi. „Il regime del Palazzo dell’AKP considera legittime violenze dello Stato e da parte di uomini contro l’identità, il corpo e la volontà delle donne e prosegue la sua politica ostile alle donne, dando alla violenza contro le donne una forma sistematica“, si dice nella dichiarazione.

Le forze di sicurezza che sono incaricate della protezione delle cittadine e dei cittadini, spesso sono coinvolti in reati come abusi sessuali contro donne, privazione della libertà, violenze e furti, così il Consiglio delle Donne HDP. Dato che raramente vengono puniti per i loro reati, non assolvono i loro compiti, ma sono piuttosto il cuore del problema.

„Questo orribile evento non è un caso isolato“, constata l’HDP nella sua dichiarazione: „Si tratta di una politica patriarcale alle quale le donne sono continuamente esposte. Il Ministro degli Interni ne ha la responsabilità e deve dimettersi immediatamente.“

https://anfdeutsch.com/frauen/frau-in-istanbul-von-polizisten-vergewaltigt-9068

 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Il Comitato esecutivo centrale del partito DEM ha avvertito che gli attacchi contro gli operatori della stampa libera in Turchia e in Europa sono...

Turchia

L’Associazione per i Diritti Umani è un’organizzazione volontaria per i diritti umani, indipendente dallo Stato, dal governo e dai partiti politici, che osserva le...

Turchia

L’organizzazione provinciale di Qers (Kars) del Partito Dem ha chiesto al comitato elettorale provinciale di annullare le elezioni in città. Il Partito per l’uguaglianza...

Turchia

WAN – Le proteste sono iniziate in tutta la città dopo che Abdullah Zeydan, che ha vinto le elezioni per la carica di co-sindaco...