Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Diritti umani

Le condizioni di salute di Leyla Güven peggiorano

Leyla Güven si trova ormai da 61 giorni in sciopero della fame. Dato che le sue condizioni di salute sono peggiorate, da quattro giorno non può più avere visite. La Co-presidente del Congresso della Società Democratica (DTK) e deputata del Partito Democratico dei Popoli (HDP) Leyla Güven si trova ormai da 61 giorni in sciopero della fame a tempo indeterminato nel carcere di tipo E Amed (Diyarbakır). Con la sua azione chiede la fine dell’isolamento del rappresentante curdo Abdullah Öcalan.

Negli ultimi giorni le condizioni di salute di Leyla Güven sono vistosamente peggiorate. Oltre a sbalzi di pressione, malessere e mal di testa, ora lamenta anche crampi allo stomaco e forte sensibilità alla luce e ai rumori. Per queste ragioni Güven negli ultimi quattro giorni non ha potuto ricevere le visite in carcere dei suoi avvocati. Negli ultimi dieci giorni gli avvocati hanno potuto parlare solo tre volte molto brevemente con la loro assistita in sciopero della fame.

 

ANF

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Condanne durissime contro l’Hdp. 42 anni a Demirtas, l’unico in grado di ridare forza e unità alla sinistra turca e curda. Prima del verdetto...

Turchia

Gültan Kışanak, Ayla Akat Ata, Meryem Adıbelli, Ayşe Yağcı e Sebahat Tuncel sono di nuovo libere. Ma non si sentono veramente libere. Dopo aver...

Turchia

Sara Kaya, ex co-sindaco del distretto di Nusaybin a Mardin, è stata rilasciata dal carcere il 9 maggio dopo un lungo periodo di detenzione....

Turchia

Un gruppo di 159 accademici, scrittori, parlamentari e avvocati ha chiesto il rilascio delle persone imprigionate nel processo di Kobanê e ha affermato: “Questo...